22/11/2017 19:31
NATUZZI, ESUBERI DIMEZZATI E STIPENDI TAGLIATI DEL 10%

NATUZZI, ESUBERI DIMEZZATI E STIPENDI TAGLIATI DEL 10%

Hanno trovato ampia condivisione le proposte presentate dal Gruppo Natuzzi nella due giorni con i Sindacati.

Si è conclusa oggi, presso la sede di Confindustria Bari, la due giorni di incontri con i rappresentanti delle Organizzazioni Sindacali nazionali e territoriali per la definizione di un sentiero condiviso che possa portare in breve all’intesa finale sull’evoluzione dell’Accordo firmato in data 10 ottobre 2013, che aveva dato il via al Piano Industriale del Gruppo in Italia.

Il Gruppo Natuzzi nel primo dei due incontri aveva prospettato l’intenzione di ridurre gli esuberi strutturali dai 1506 dipendenti, definiti in data 10 ottobre 2013, a 623, che rimarrebbero in cassa integrazione a zero ore. I dipendenti totali (operai e amministrativi) scenderanno a 1.711, dagli attuali 2.334, e a tutti sarà applicato il contratto di solidarietà con una riduzione salariale del 10%.

Il nuovo assetto industriale del polo Italia  ha registrato la sostanziale condivisione dell’impianto generale da parte delle Organizzazioni Sindacali presenti, così come la disponibilità a discutere più in dettaglio di un elemento come la riduzione del costo del lavoro: un impegno condiviso tra le parti nell’Accordo di Ottobre 2013 e  cruciale per la sostenibilità del piano.

Le parti si sono date appuntamento al prossimo 13 gennaio presso la sede di FederlegnoArredo a Roma, per giungere ad una sintesi delle rispettive posizioni.

L’azienda fa nuovamente appello al senso di responsabilità di tutti gli attori della trattativa affinché si trovino rapidamente soluzioni condivise per il recupero della competitività, salvare il più possibile l’occupazione nel territorio e nel contempo riportare l’azienda in condizioni di redditività.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*