“LA MOZIONE DI SFIDUCIA AL SINDACO CHE NE HA CONCLUSO LA BREVE ED INFELICE ESPERIENZA HA UN SOLO RESPONSABILE: VINCENZO LUCIANO CASONE”- LA NOTA STAMPA DI LARATO E LOVECCHIO

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

La mozione di sfiducia al Sindaco che ne ha concluso la breve ed infelice esperienza ha un solo responsabile: Vincenzo Luciano Casone, noto per essere stato cacciato prima da Forza Italia poi da Assessore ai Lavori Pubblici nell’Amministrazione targata Michele D’Ambrosio ed ora da Sindaco di Santeramo. Un vero Campione della politica !

Costui, appena eletto grazie al voto del PD, CON, Popolari di Stea e Senso Civico ha immediatamente confuso il ruolo di governo del comune con quello del padroncino di bottega. Con una postilla : il suo essere completamente prono ai desiderata dell’assessore regionale Stea e dei suoi sodali locali .

Dopo meno di quattro mesi dalla sua elezione, ad ottobre 2022 l’ex Sindaco ha lavorato a spaccare la maggioranza ed in particolare il PD ,che lo ha sostenuto con grande coerenza, accogliendo due consiglieri comunali transfughi e minando già allora il rapporto di fiducia con le forze politiche e i cittadini che, tramite le stesse, lo avevano eletto.

Subito dopo ha dimissionato l’Assessore al Bilancio,Michele Caponio professionista unanimemente stimato per la sua competenza e rettitudine, senza dare conto a nessuno sostituendolo in barba ad ogni regola della buona politica così cancellando di fatto Senso Civico.Una vergogna!

La goccia che ha fatto traboccare il vaso è stata la cacciata, senza alcuna ragione e spiegazione dell’assessora ai Servizi Sociali Ada Solimena, socia fondatrice della coalizione che lo ha sostenuto, e la sua inspiegabile e misteriosa sostituzione con una avvocatessa di Altamura vicinissima all’Assessore Stea e da questi imposta all’ex Sindaco che , prono, ha eseguito l’ordine .Nel mezzo 18 mesi di nulla , per gli altri , ma non per sé stesso.Come se non bastasse l’ex Sindaco ha trattenuto per sé alcune deleghe importanti come quella al Bilancio ed alla Polizia Municipale non rendendo in alcun modo conto del proprio operato ai consiglieri mentre i servizi relativi sono più deficitari che mai .

I mesi trascorsi, caratterizzati dalla sempre più marcata emarginazione dei consiglieri comunali del PD locale da parte del sindaco, sono stati tutti spesi dal PD e da CON nel tentativo di riuscire a dare equilibrio, stabilità e trasparenza ad un’azione amministrativa che l’ex Sindaco, invece, ha sempre e solo concentrato nelle proprie mani e di quelle dell’ Assessore Stea nonostante il PD e CON avessero proposto fino all’ultimo momento una soluzione politica alla crisi concordata e formalizzata al suo indirizzo anche dai dirigenti regionali dei due partiti.Soluzione che è stata restituita ai mittenti senza neppure essere presa in considerazione in quanto non gradita all’assessore Stea capo dei popolari e tutore del Sindaco Casone.

Da ultimo la pantomima del consiglio comunale del 24.01.2024 laddove pur di sfuggire alla discussione della mozione di sfiducia presentata il 28.12.23 l’ex Sindaco ha rassegnato il le proprie dimissioni il giorno prima del consiglio, poi ha rilasciato una conferenza stampa con cui scaricava la sua maggioranza aprendo a tutte le forze politiche in consiglio comunale pur di rimanere attaccato alla poltrona e poi ha posto in essere ogni tipo di espediente per evitare la discussione della mozione e della presa d’atto della relazione sulla gestione del servizio dei rifiuti che la commissione speciale aveva predisposto.

Relazione dalla quale emergevano tutte le responsabiltà politiche dell’assessore competente , Addolorata Giove, fedelissima dell’Assessore Stea .

Un piccolo particolare: la concezione del consiglio comunale e dei suoi componenti per l’ex Sindaco è tale che lo stesso ha evitato di informare la massima assise cittadina di quali fossero le cause della sua assenza dall’aula.

Nei giorni che verranno avremo modo di spiegare compiutamente e dettagliatamente ai cittadini tutte le ragioni che hanno portato a questo epilogo.

Dimostreremo con i fatti chi è il Traditore di Santeramo e dei santermani .

Check Also

GIOVEDÌ 8 FEBBRAIO L’EVENTO DELL’ARTIGIANATO A SANTERAMO IN COLLE

Le aziende artigiane incontrano le istituzioni e la politica. Giovedì prossimo, 8 febbraio alle 17.30 …

One comment

  1. Se la vostra argomentazione è così chiara e limpida, come sostenete essere,
    che bisogno c’è di rimandare le spiegazioni del vostro operato ai prossimi giorni, invece di “spiegare compiutamente e dettagliatamente ai cittadini tutte le ragioni che hanno portato a questo epilogo” fin da ora?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ho letto la policy privacy e accetto il trattamento dei miei dati personali

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

;