25/11/2017 06:57
ASSEDIATI DAL GUANO

ASSEDIATI DAL GUANO

Di questi escrementi, la nostra Città è sporca fino all’inverosimile. E’ mai possibile che nessuno li veda?

 

Da ansisercive.it troviamo una preoccupante conferma.

“Gli escrementi dei piccioni sono responsabili dei danni da corrosione alle strutture e di un forte degrado cittadino. Ma il pericolo più grave è derivato dal fatto che il guano porta con sé agenti patogeni e parassiti, derivanti dagli escrementi e dai resti dei volatili morti, veicoli di trasmissione di malattie infettive come la salmonellosi, l’ornitosi, la borrelliosi, la toxoplasmosi, l’encefalite e la tubercolosi. I batteri si espandono liberamente nell’aria e giungono nei luoghi pubblici e nelle aziende, contaminando oggetti di uso quotidiano e persino il cibo. La contaminazione fecale dell’ambiente, la polverizzazione e dispersione del guano, la presenza di nidi negli edifici, causano danni talvolta irreparabili, sono occasione di diffusione e di contagio di malattie infettive all’uomo.”

Di questi escrementi, la nostra Città è sporca fino all’inverosimile. Osserviamo la foto: all’origine erano contenitori per la raccolta differenziata a tre metri dal cancello di ingresso del parco giochi di Via Stazione. Il commento è superfluo. Servirebbe soltanto a consumare inchiostro. Al centro della villa comunale, sotto l’imperioso cedro del Libano, c’è uno strato di guano stagionato che non si pulisce da anni. Lo stesso dicasi per quello concimante in diverse aiuole della villa ormai ridotte a pascolo. Non cambia molto la situazione dinanzi al Balilla, dalla parte della fontana pubblica. Cosa dire, poi, del “portaguano” di Piazza Municipio. Cos’è il portaguano? La cosiddetta vasca, autentico immondezzaio che raccoglie escrementi dei piccioni e li mette in circolo insieme all’acqua. Ci fermiamo qui pur nella convinzione che questa insidia è presente altrove. Mi chiedo: è mai possibile che queste cose le vediamo solo noi? Che la cosa interessi poco o nulla alla pubblica Amministrazione, è un dato oggettivo. Ma che faccia tacere associazioni come Legambiente, è scandaloso. Ma di che ambiente si occupa questa Associazione se non denuncia queste cose e diverse altre come queste? E’ mai possibile che sulla decapitazione dei pini della Casa di Riposo continua vergognosamente a tacere? Preferiscono il silenzio perché sono di parte. I rossi ambientalisti di Santeramo, scommetto sin da ora, ritorneranno attivi paladini quando il nostro Comune avrà una Amministrazione diversa da quella in carica. Come hanno fatto nel passato, d’altronde, quando – per fare un solo esempio – per tre/quattro querce privarono la nostra Città della necessaria circonvallazione. Ma per ora preoccupiamoci del guano. E a farlo, in assenza di altri, devono essere prima di tutto le famiglie. Fate attenzione, cari genitori, dove i vostri bimbi mettono le mani ma anche i piedi. Portare a casa sotto le scarpe qualche souvenir sgradito di una serata all’aperto, è fortemente sconsigliato.

 

4 commenti

  1. giuseppe molinari

    perchè esiste lega a,biente a santeramo?

  2. Seeeeeee, il detto “aprile dolce dormire” non funziona più. A Santeramo si dorme tutti i mesi dell’anno… E quello che più non si può accettare è che dormono tutti, dai cittadini per primi. Ninna nanna ninna oooo questo paese a chi lo dooooo…. Buonanotte gente.

  3. Accipicchia!
    LEGA AMBIENTEEEEE SVEGLIAAAAAA!!!

    • Sono fin troppo svegli quando gli conviene, poi al bisogno cadono in un profondo LETARGO………….come animali STAGIONALI…!!!

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*