20/02/2020 22:45
AIDE DICE “NO VIOLENZA SULLE DONNE” CON  UNA PANCHINA ROSSA NELL’AREA  PARCO GIOGHI

AIDE DICE “NO VIOLENZA SULLE DONNE” CON UNA PANCHINA ROSSA NELL’AREA PARCO GIOGHI

Una panchina rossa con una doppia targa, in italiano e in inglese , con la scritta “No violenza sulle donne” sarà inaugurata domenica 24 intorno alle ore 11, 30 . L’iniziativa, grazie all’amministrazione comunale all’assessore Rocco Marsico e all’assessora Rossella Porfido , è dell’associazione tutta al femminile AIDE ed è inserita nel festival targato “Le Primitive.it “, in occasione della giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne che si si celebra il 25 novembre, E proprio nei giorni scorsi la Polizia di Stato ha rilasciato un report agghiacciante che ci parla di 88 donne (15 al minuto) che ogni giorno sono bersaglio di violenza. Ecco le cifre In Italia, 88 donne al giorno subiscono atti di violenza da parte di un uomo: volendo fare una media- spaventosa- si parla di una donna ogni 15 minuti. Questa cifra rilasciata dalla Polizia di Stato mette in evidenza come il fenomeno della violenza sulle donne sia in fortissima ascesa, senza distinzione alcuna tra regioni del Nord e quelle del Sud . “La panchina Rossa” è una panchina alla quale è stata data una nuova vita e soprattutto un nuovo significato. Pittata dalle socie Aide con della vernice rossa, un colore per ricordare le tante vittime della violenza di genere, le tante donne morte a causa della brutalità, che riempono le odierne pagine di cronaca. Una panchina che grida no alla violenza e al femminicidio è in un luogo simbolo della città: nell’area parco giochi del Comune. Un luogo scelto non certamente a caso infatti ,il messaggio vuole essere d’impatto contro la violenza sulle donne e sui bambini. Occorre educare i piccoli alla non violenza e alla conoscenza dei diritti reali delle donne e di tutti . Perché tutti vogliamo un futuro migliore, di pari opportunità tra i sessi. L’idea di AIDE della panchina rossa nel parco giochi nasce anche dal fatto che i figli spesso sono le vittime indirette dei femminicidi, subire la perdita di una mamma è la peggior violenza” Nel nostro Paese negli ultimi quattordici anni sono stati circa 1.600 i bambini rimasti orfani a causa del femminicidio della madre. E solo nel dicembre 2017 il Parlamento italiano ha promosso una legge a tutela di tutti i minori rimasti orfani di madre per mano di un compagno, un marito o un fidanzato.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.