19/09/2021 09:17
UN FICO TRA NOI

UN FICO TRA NOI

Le strade di Santeramo sempre più piene di sterpaglie e di erbacce.

L’Amministrazione Comunale aveva assunto l’impegno di piantumare alberi un po’ ovunque anche al fine di colorare di verde la nostra tanto trascurata città. Giacché anche questo solenne impegno non è stato mantenuto (alla pari di tanti altri), ci sta pensando madre natura. Sotto una panchina in ferro, peraltro attaccata dalla ruggine, sta nascendo un fico. Siamo in Via Carlo Marx. Che bellezza! Un fico naturale senza che vi sia stato il concorso dell’uomo. Ha scelto un bel posto che migliore non poteva essere. Una panchina che fra qualche anno sarà adombrata dal fico. Con i suoi frutti ristorerà chi su quella panchina si adagerà. Quindi, due benefici in uno: l’ombra e il frutto. Ma questi santermani, mi chiedo stracciandomi le vesti, cosa vogliono più dalla vita! Non si accontentano mai!

L’importante, ora, è farlo crescere. Nessuno si metta in mente l’idea di sradicarlo. Va coltivato con amore e attenzione e, laddove, manca l’acqua, si provveda ad irrigarlo. Fra l’altro c’è da dire che il neonato fico fa figura, è un tocco di verde che non guasta anche perché a Santeramo per trovare un filo d’erba bisogna affidarsi alla lente di ingrandimento del noto investigatore Sherlock Holmes. Non se ne vede uno solo che sta lì, sul bordo del marciapiede, solo soletto, con la paura addosso di essere calpestato. Semmai si trovano a più non posso sterpaglie e siepi di erbacce ovunque. Basta guardarsi intorno che se ne vedono a iosa. Ma trovare il singolo filo d’erba è davvero un’impresa. Non possiamo, allora, che dire grazie a madre natura che sta provando a supplire ciò che era impegno di Baldassarre & company.

In attesa che il nostro amato fico cresca e che sento già di averlo adottato, mi è venuta in mente ciò che fecero Adamo ed Eva dopo “aver mangiato la mela”. Scoperti di essere nudi da Dio nostro Padre dopo aver trasgredito il suo comando, si coprirono con foglie di fico. Forse è il caso che lo facciano anche i nostri amministratori ma senza svestirsi. Sarebbe troppo ed esagerato. Invero le foglie di quel fico sono già sufficientemente cresciute per coprirsi il volto dalla vergogna per aver ridotto la nostra tanto amata Santeramo in un immondezzaio.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.