26/10/2021 09:51
SANTERAMO LAMA DI LUPO  IN FIAMME

SANTERAMO LAMA DI LUPO IN FIAMME

Domato  dopo 12 ore   il vasto incendio  in contrada Lama di Lupo,  sulla provinciale 236 che collega Santeramo e Matera . Ancora una volta  andata in fiamme  il bosco e dintorni   Lama di lupo. Dopo 4 anni  da quell’ incendio doloso del 11 luglio 2017  che distrusse  quasi completamente o uno dei boschi più belli di Santeramo. Il bosco, da sempre, ombreggiava la strada statale per Matera . Era luogo di scampagnate e passeggiate per molti santermani. E mentre, piccole conifere ricrescevano e la fauna che una volta la popolava ritorna ad abitarlo speranzosa.Le fiamme, di origine quasi certamente dolosa,  ritornano . Si sono sviluppate intorno alle  22 di mercoledì scorso 7 luglio a  ridosso della pineta Lama del Lupo, a circa 4 km dl  centro cittadino  di   Santeramo . Il rogo ha  interessato  terreni   di seminativo  . Trenta ettari la superficie interessata  e  ci sono volute molte ore e l’impiego di molti i uomini e di mezzi per avere ragione del vasto incendio .Le segnalazioni  e l’allarme me riguardanti le fiamme  sono giunte da alcuni cittadini che hanno avvistato il fuoco e la  colonna di fumo  che si è levata . L’allarme è stato lanciato << Sono stato allertato da un cittadino di Santeramo  proprietario di uno dei terreni interessato dall’incendio che mi chiedeva di intervenire – afferma  Franco Cacciapaglia presidente della Pubblica Assistenza Arm  ,  da 37 anni a servizio del territorio- ma  non siamo potuti intevenire  poiché  da qualche anno, i nostri automezzi  idonei  antincendio  sono fermi e parcheggiati  nei recinti della associazione in quanto privi di assicurazione Rca, di revisione periodica e di manutenzione, poiché l’amministrazione Comunale di Santeramo  non rimborsa le spese sostenute per servizi resi al Comune di Santeramo, tra i quali, le spese sostenute nella emergenza neve del Gennaio 2017.Sono da 5 stagioni che non sottoscriviamo con la Regione Puglia – Settore Protezione Civile la Convenzione per la Campagna Aib. estiva. In particolari circostanze, l’intervento immediato da parte del personale volontario dell’associazione è risultato decisivo nella lotta agli incendi>>  Tempestivo l’intervento de i carabinieri della locale stazione  e poco dopo dei vigili del Fuoco di Altamura . Intorno alle 2, 30 l’incendio  è stato domato. Purtroppo però dopo qualche ora  le fiamme si sono  nuovamente svilluppate . Sul posto altre 2 squadre d i vigili del Fuoco, servizio antincendio Arif, Protezione Civile, carabinieri forestali, polizia Locale , Vvff – Guardie Ambientali.  Hanno lavorato senza sosta fino alle 11,30  di ieri per circoscrivere l’area di sviluppo dell’incendio e per spegnerlo .

Un commento

  1. Da Lama di Lupo alla Morsara… Distruzione totale

    Ieri, 15 luglio, si è compiuto il piano di chi ha deciso di sferrare un attacco criminogeno al nostro territorio, al patrimonio naturalistico e storico della nostra città. Mentre altrove si ricordava la figura di Francesco Netti, ignoti senza scrupoli mettevano a ferro e fuoco tutto il costone murgiano della Morsara, già proprietà dei Caracciolo-Carafa. Un luogo non solo di grande importanza naturalistica e di straordinaria forza estetica ma, soprattutto, segno distintivo della nostra storia indissolubilmente legato alla antica Viglione.
    Luoghi che il nostro Netti conosceva bene e, più volte, li ha celebrati sulle tele che lo hanno reso grande.
    Peccato che nessuno sembra essersi accorto dello scempio di ieri.
    Con sdegno e rabbia, Franco Labarile

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.