17/10/2021 01:50
PESCATORI LIBERATI, ESULTIAMO!!!

PESCATORI LIBERATI, ESULTIAMO!!!

Esultiamo tutti insieme, però …..

Questa mattina ai 18 pescatori di Mazara del Vallo è stata restituita la libertà dopo 108 giorni di ingiustificata prigionia.

Deve essere motivo di esultanza per tutti perché quando una qualsiasi persona viene gratuitamente privata della libertà personale, è un atto criminale.

Nessuno potrà loro restituire l’aria che non hanno potuto liberamente respirare né colmare il dolore delle pene dei loro famigliari affranti.

Credo che su questi argomenti dobbiamo sempre essere tutti vigilanti e strenui difensori anche quando – come in questo caso – si è trattato di pescatori mazaresi.

Era gente che stava lavorando e, laddove avesse compiuto atti di pirateria marinara, nulla ha potuto giustificare la permanenza nelle carceri libiche come malfattori.

Spero che il Sindaco di Santeramo abbia fatto già pervenire un cenno di esultanza al suo omologo siciliano e, suo tramite, ai famigliari.

Però non basta gioire ma mettere una volta per tutte i puntini laddove vanno messi per evitare che ciò accada altre volte come avvenuto nel passato.

E’ capitato altre volte. Anche i due fucilieri pugliesi sono stati trattenuti dal Governo indiamo per lunghissimo tempo.

Se dovesse verificarsi un’altra volta in una qualsiasi parte del mondo, il Ministro degli Esteri, deve recarsi nel Paese aguzzino e piantare le tende fino a quando non ritorni a casa insieme ai prigionieri.

Che Conte e Di Maio siano andati oggi in Libia a prendersi le medaglie senza portare con loro il Sindaco di Mazara del Vallo che accanto ai famigliari ha sofferto, è segno di spicciola ipocrisia

 

 

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.