19/09/2021 09:39
“MARIA COLAMONACO -LA POLITICA AL FEMMINILE IN PUGLIA” SABATO 28 AGOSTO AD ALTAMURA

“MARIA COLAMONACO -LA POLITICA AL FEMMINILE IN PUGLIA” SABATO 28 AGOSTO AD ALTAMURA

La Confconsumatori di Altamura ha il piacere di invitarvi il 28 agosto alle ore 20 nell’Agorateca di Altamura c/o scuola media Tommaso Fiore  presentazione del libro “Maria Colamonaco – la politica al femminile in Puglia”. Pubblicazione finanziata dal deputato on . Nunzio Angiola  a cura di  Anna Larato e Rosanna Lella AIDE SANTERAMO . L’incontro è inserito nell’ambito della rassegna della Confconsumatori di Altamura “Libro a km zero” .Organizzato in collaborazione con l’associazione Suoni della Murgia, sarà seguito da un  concerto musicale.Ingresso libero fino ad esaurimento posti, nel rispetto delle norme Covid.

MARIA COLAMONACO nata a Santeramo in Colle il 30 gennaio 1927 e deceduta a Bari, il 7 agosto 2017, è stata una delle prime pugliesi a rivestire ruoli di responsabilità politica, nella Federazione barese del PCI e in seguito nel Sindacato dei Pensionati Cgil, di cui è stata segretario generale. E  “nella consapevolezza che perdere la memoria, sia a livello personale che di comunità, significa perdere l’anima, l’AIDE ha voluto valorizzare questa grande donna del nostro territorio e della nostra storia, in un testo che ricorda la nascita della democrazia paritaria, argomento tuttora ATTUALE

MARIA COLAMONACO Agiva in un contesto storico e sociale tutto in salita per una donna, erano tempi difficili ma estremamente formativi. Si cresceva sul campo, mettendo alla prova le capacità e Maria è riuscita a mostrare le proprie, nel Paese più povero della provincia barese. Maria, ha  lasciato il suo segno sulle tante leggi che hanno accompagnato la lotta di emancipazione delle donne: per la dignità, l’uguaglianza, le pari opportunità nel lavoro, nella famiglia, nella società

Figura appassionata di donna in politica.

Unica non solo nella prima legislatura regionale, anche nella seconda, fino al 1980, “forte del suo elettorato femminile: entrava nel cuore delle donne. Era facile vedere Maria sola donna sul palco anche nei comizi, davanti a grandi piazze gremite. Aveva studiato solo fino alla quinta elementare ed aveva conosciuto a lungo il lavoro nei campi, ancora più ingrato per le donne, malpagato, esercitato in condizioni disumane.

Militante instancabile per la difesa dei diritti e contro il caporalato

 

Un commento

  1. Giuseppe Margiotta

    Ero segretario generale aggiunto della Fiom CGIL,ho conosciuto Maria durante le lotte operaie del sessantotto,una donna forte capace di trasmettere quei valori intensi di ideali x conquistare migliori condizioni salariali e di dignità dei lavoratori e lavoratrici del Mezzogiorno

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.