27/10/2021 02:49
EMERGENZA  COVID-19 ATTIVITA’ AGRICOLTORI HOBBISTI  L’ONOREVOLE NUNZIO ANGIOLA  SCRIVE A MICHELE EMILIANO  PRESIDENTE DELLA REGIONE PUGLIA E AI SINDACI DEL COLLEGIO DI ALTAMURA

EMERGENZA COVID-19 ATTIVITA’ AGRICOLTORI HOBBISTI L’ONOREVOLE NUNZIO ANGIOLA SCRIVE A MICHELE EMILIANO PRESIDENTE DELLA REGIONE PUGLIA E AI SINDACI DEL COLLEGIO DI ALTAMURA

                                                                        Nota Stampa dell’On. Nunzio Angiola

Così come la Regione Lazio ha accolto la richiesta di diversi amministratori del territorio di concedere spostamenti per gli agricoltori hobbisti, invito Michele Emiliano Governatore della Puglia a firmare immediatamente analoga ordinanza per consentire gli spostamenti degli agricoltori hobbisti, a prescindere dalla Xylella. 

Ci sono molti cittadini che hanno la passione dell’agricoltura amatoriale e per l’allevamento di animali da cortile e che posseggono o gestiscono un piccolo orto dal quale ricavano il sostentamento alimentare per se stessi e per le loro famiglie. È quindi urgente consentire a queste persone di poter proseguire la loro attività dando un indirizzo valido per tutta la Regione Puglia, evitando di andare in ordine sparso. Per questo chiedo al Governatore Emiliano di approvare subito un’ordinanza che vada in questa direzione, prendendo l’esempio dal suo compagno di partito Nicola Zingaretti. Dando così la possibilità di eseguire quei lavori di produzione agricola come potatura, lavorazione del terreno, cure colturali, concimazione, ecc. e di tutela degli animali da cortile che non possono essere rinviati.  

Sia chiaro che l’attività produttiva non professionale offre un contributo importante per il sostentamento familiare integrando il reddito familiare, ridotto ai minimi se non addirittura a zero in questo periodo. Da qui l’urgenza di consentire ai cittadini gli spostamenti per la coltivazione di vigneti, orti e piccoli frutteti e per la tutela degli animali da cortile. D’altronde, come può una persona esporre altri o esporsi a rischi di infezione da Coronavirus se in campagna va da solo, o al massimo con i componenti del nucleo familiare che convivono con lui nella medesima abitazione non facendo altro che trasferire all’aperto lo stesso isolamento sociale previsto per le mura domestiche. Con beneficio della sua salute fisica e soprattutto mentale

Le attività di coltivazione del fondo agricolo sono da considerarsi essenziali e di assoluta urgenza e necessità, in tema di rischio idrogeologico e di incendi boschivi, entrambi fortemente correlati alla corretta gestione dei fondi agricoli, anche in forma amatoriale. 

 

Si allega la lettera inviata al Presidente Emiliano e a tutti i sindaci del Collegio di Altamura.

A mezzo PEC: presidente.regione@pec.rupar.puglia.it

 

Egregio Presidente Emiliano,

il sottoscritto On. Prof. Nunzio ANGIOLA, parlamentare della Repubblica Italiana, eletto nel Collegio Uninominale di Altamura

 

CONSIDERATO

che le attività di coltivazione del fondo agricolo sono da considerarsi essenziali e di assoluta urgenza e necessità, in tema di rischio idrogeologico e di incendi boschivi, entrambi fortemente correlati alla corretta gestione dei fondi agricoli, anche in forma amatoriale. Inoltre, l’attività di coltivazione agricola e di tutela degli animali da cortile allevati è da considerarsi essenziale, anche se svolta a livello amatoriale, perché i prodotti ricavati sono destinati all’autoconsumo familiare,

CONSIDERATO ALTRESI’

che altre regioni italiane, come la Regione Lazio, hanno emanato l’ordinanza che autorizza gli spostamenti, all’interno del proprio comune o verso comune limitrofo, per lo svolgimento in forma amatoriale di attività agricole e la conduzione di allevamenti di animali da cortile, sempre esclusivamente nel rispetto di quanto previsto dai Decreti della Presidenza del Consiglio dei Ministri e di tutte le norme di sicurezza relative al contenimento del contagio da COVID – 19,

 

LA INVITO

Ad adottare analoga ordinanza che consenta lo spostamento: per non più di una volta al giorno; di un solo componente del nucleo familiare, limitatamente agli interventi necessari alla tutela delle produzioni vegetali e degli animali da cortile allevati, consistenti nelle indispensabili operazioni colturali che la stagione impone, ovvero per accudire gli animali allevati.

 

Tanto si doveva.

Abbia i miei più deferenti ossequi.

Santeramo in Colle (BA), 17 aprile 2020

 

On. Prof. Nunzio ANGIOLA

 

Componente Commissione Finanze

Un commento

  1. Nel condividere in toto la proposta dell ‘ On. Angiola a favore degli agricoltori hobbisti mi sia consentito esprimere un caloroso invito al Presidente Emiliano affinché chi da anni, senza scopo di lucro, svolge attività di Osservatore Naturalistico finalizzata al monitoraggio di specie migratorie inanellata, con conseguente segnalazione agli uffici preposti dell’ Ispra facenti capo al Ministero dell ‘ Ambiente,possa riprendere lo svolgimento nel Parco della Murgia.Preciso,inoltre, di essere da anni iscritto alla FIAF, che tutela espressamente l’ attività di fotoamatore e nel suo Statuto recita ” Si pregano autorità, enti e privati di dare aiuto e collaborazione nello sviluppo dell’ attività”. Attività eseguita per ragioni di studio e non professionali. Tanto al fine di evitare incresciose situazioni di contestazioni da parte di organi preposti al controllo anche nel Parco Nazionale della Murgia. Saluti, Franco Labarile

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.