02/08/2021 03:38
COVID: INCRIMINAZIONE PER OMICIDIO?

COVID: INCRIMINAZIONE PER OMICIDIO?

Il Governo nazionale continua a colorare l’Italia senza tener conto di appelli come quelli del preoccupato Dott. Anelli.

“Il virus continua a diffondersi a una velocità preoccupante in Puglia. L’Assessore Lopalco chieda subito al governo di rendere la Puglia regione rossa”.

Questo appello che si aggiunge ai precedenti non è del sottoscritto o di cittadini comuni o di gente che, pur non capendo nulla o poco, si erge a luminare della Medicina, bensì è del dott. Filippo Anelli, Presidente dell’Ordine dei Medici di Bari, fortemente preoccupato dall’ascesa dei dati epidemiologici della Puglia, nonostante le misure restrittive stabilite dall’ultimo D.P.C.M.

Chiaro, no!

Il Governo nazionale, con il pietoso Ministro Speranza che dal mese di marzo continua a fare le stesse dichiarazioni strappalacrime e che anche di Medicina ha poca dimestichezza, continua a colorare l’Italia senza tener conto di appelli come quelli del preoccupato Dott. Anelli.

Per i cari lettori del nostro sito, non vado per il sottile anche dinanzi a questa dicotomia di pensiero.

Se la politica non ascolta la Medicina, è una politica omicida che deve dar conto alla Giustizia come quando una persona toglie la vita ad un’altra.

Se c’è qualche Avvocato di buona volontà che riuscisse ad articolare scientificamente l’accusa che il mancato lockdown ha causato un solo decesso in più, chiedesse alla Giustizia l’incriminazione per omicidio di coloro i quali se ne sono resi responsabili.

Un commento

  1. Un paese scalzo e malato!
    Mentre ci si affanna ad arginare fin dove è possibile il contagio, un Paese profondamente malato cerca di conquistare, come un trofeo, l’ultimo modello di scarpe. Masse giovanili, ormai alla deriva culturale, dalle prime luci dell’ alba affollano griffate catene commerciali per accaparrarsi l’ ultimo paia di… Scarpe firmate.
    Mi ritornano in mente i versi di Sergio Corazzini che oltre un secolo fa aveva visto oltre la malattia : ” E giovinezze erranti per le vie piene di un grande sole malinconico.”
    Il nostro Paese è profondamente malato… ma non di solo Covid.
    Un saluto, Franco Labarile

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.