21/06/2021 21:51
COVID, CHIUSURA LUOGHI PUBBLICI: NON BASTA!

COVID, CHIUSURA LUOGHI PUBBLICI: NON BASTA!

Soppressione mercato del giovedì e divieto di circolazione ai ragazzi fino a 14 anni.

Il prof. Fabrizio Baldassarre, sindaco di Santeramo in Colle ha emesso l’ordinanza n. 14 in data odierna, avente ad oggetto: “Misure di contenimento da attuarsi sul territorio comunale per il contrasto al diffondersi del virus COVID-19 fino al 28 marzo 2021”.

Tra le decisioni, il divieto di stazionamento nei seguenti luoghi pubblici: Piazza di Vagno, Piazza Garibaldi, Piazza Simone, Piazzetta antistante la chiesa del Convento (compresa tra via Roma e via S. Leonardo), Piazza Papa Giovanni Paolo II, Piazza del Lago, Piazza Chiancone, Giardino pubblico di via Lecce, Piazza Berlinguer, Piazza Mons. Jolando Nuzzi, Piazza antistante la scuola Balilla.

Ne condividiamo appieno la scelta per evitare che tanti nullafacenti, da mattina a sera, non stiano impalati come “belle” statuite, con la mascherina fuori posto, quando anche a Santeramo il contagio è ritornato a fare tanta paura. Bene, molto bene, se per alcuni arriverà anche la sanzione se non rispetteranno l’ordinanza sindacale.

Però non basta. Almeno due altri ordini vanno imposti. Il primo riguarda la soppressione del mercato settimanale del giovedì fino alla scadenza dell’ordinanza prevista per il 28 marzo e, se del caso, anche oltre, perché è materialmente impossibile il rispetto del distanziamento. Se il sindaco si affaccia nell’area mercatale, se ne renderà personalmente conto.

Il secondo, mutuando l’ordinanza del sindaco di Acquaviva, va vietato lo spasso per i ragazzi fino a 14 anni almeno fino al 6 aprile prossimo, giorno di scadenza dell’ordinanza regionale che ha disposto la chiusura delle scuole, se non sono accompagnati da un maggiorenne o dai genitori. Non serve chiudere le scuole e tenere le strade aperte ad una fascia di età che in questo momento, è ad alto rischio per se stessa e per gli altri, richiamando la responsabilità dei genitori che vanno sanzionati se non esercitano a dovere la patria potestà che loro compete di tenere al guinzaglio i propri figli.

Saprà in sindaco ascoltare? Ma quando mai!!!???!!

 

Un commento

  1. Dio salvi la regina? No… I barbieri
    Si fa un gran parlare di chiudere… chiudere… chiudere. Vi confesso sinceramente che avrei salvato dalle nuove chiusure rosso- speranza almeno la categoria dei barbieri e parrucchiere. Ritengo si tratti di un servizio essenziale della persona forse molto più importante ed utile di quello espletato dai Monopoli di Stato che non hanno mai chiuso un giorno dall ‘ inizio della pandemia. Ma non potrebbe essere altrimenti
    In uno Stato di… Gratta… e vinci.
    Un saluto, Franco Labarile

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.