25/06/2022 00:31
CENTRO SINISTRA VERSO LE PRIMARIE?

CENTRO SINISTRA VERSO LE PRIMARIE?

Difficile la sintesi su un solo nome quando sul tavolo vi sono almeno tre candidati

Il centro sinistra di Santeramo non riesce ancora a fare sintesi sul nome del candidato sindaco in vista della ormai imminente consultazione elettorale per il rinnovo del consiglio comunale e per eleggere la persona che sostituirà al vertice della guida del Comune il disimpegnato Fabrizio Baldassarre. Sul tavolo vi sono almeno tre nomi che ambiscono alla candidatura e nessuna delle tre è intenzionata a lasciare il campo libero alle altre due. La via di fuga sembrerebbe, quindi, il ricorso alle primarie. Quando? Fino a ieri sera nessuna data. Il centro sinistra si appresterebbe a fare le primarie anche su sollecitazione di Michele Emiliano, presidente della Regione Puglia, che avrebbe preso in pugno la situazione e che non ha mai nascosto la sua convinzione politica della discesa in campo di una coalizione di centro sinistra aperta ad altre aggregazioni politiche sullo stesso modello vincente delle elezioni regionali del 2020. Da notare che nessuna forza politica in questione avverta la responsabilità di informare in maniera ufficiale la cittadinanza che, da un momento all’altro, si vedrà coinvolta “a freddo” nella competizione amministrativa più importante per il nostro Comune. Sembrerebbe fuori dalla partita “Democratici è sereno” che nel dicembre scorso sottoscrisse un cartello elettorale con PD e Sinistra Italiana. Labirintica la sua collocazione se sarà ufficializzato il divorzio con tutte le altre forze politiche di centro sinistra. Il tempo dei tatticismi va finendo. E’ suonata la campanella dell’ultimo giro; fra non molto, la volata. Piatta e insipida è pure la politica del resto delle aggregazioni politiche che dovrebbero competere, fatta salva quella del centro destra che è già in pista con la candidata Michele Nocco. Nulla circola sulla compilazione delle liste. E’ sicuramente un segno di difficoltà per tutti perché non si può rimettere in movimento una politica incrostata di ruggine dopo “soli” cinque anni di silenzio.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.