09/12/2021 01:51
BENI CONFISCATI E AGRICOLTURA SOCIALE_SEMINARIO DE LA SCUOLA DEL CONTADINO

BENI CONFISCATI E AGRICOLTURA SOCIALE_SEMINARIO DE LA SCUOLA DEL CONTADINO

24 ottobre 2021 – ore 10.30
l Gelso Ritrovato,  Strada Vicinale Pavoncelli snc, a Gioia del Colle

Il legame tra beni confiscati, welfare e agricoltura sociale come strumento che consente ai beni di rinascere a nuova vita, diventando luoghi di riscatto sociale e opportunità, è al centro del seminario scientifico “Beni Confiscati & Agricoltura Sociale- Comunità, Opportunità e Legalità”, di domenica 24 ottobre, all’interno de La Scuola del Contadino e organizzato dal Forum dell’Agricoltura Sociale.  Dal 1982 ad oggi, l’Associazione Libera Contro Le Mafie, conta un numero pari a 36.600 immobili confiscati alla criminalità organizzata. Di questi, 17.300 (48%) sono stati destinati dall’Agenzia nazionale per le finalità istituzionali e sociali, mentre 5 su 10 rimangono ancora da destinare. Tra le Regioni italiane, la Puglia è la 4 Regione d’Italia ad avere il più elevato numero di beni confiscati, preceduta dalla Sicilia, dalla Campania e dalla Calabria e seguita solamente dalla Lombardia.

Nel contesto de La Scuola del Contadino, impegnata ad offrire esperienze ed opportunità alternative al disagio e alla povertà educativa, si tratta di un appuntamento da non perdere: affrontare questo tema significa non solo dare spazio e piena consapevolezza all’importanza dell’educazione alla legalità, ma anche tracciare il percorso per la costruzione di una rete solida su questi temi, che valorizzi tutti i protagonisti, dai ragazzi e le famiglie alle istituzioni, passando per le associazioni e chi è già impegnato in questo processo.

Al centro dell’evento, le testimonianze, esperienze e best practices di:

Angelo Santoro, Cooperativa Agricola “Semi di Vita” e la “Fattoria dei Primi”
Roberto Covolo, X Farm (in collegamento online), pronti a raccontare e illustrare la loro esperienza “sul campo”.
Introduce e modera di Fabrizio Guglielmi, Presidente Forum Agricoltura Sociale.


All’appuntamento interverranno:

Giovanni Mastrangelo, Sindaco del Comune di Gioia del Colle

Vanna Pontiggia, Assessore alle Politiche Sociali, Pari Opportunità, Diritto dei Bambini e Volontariato del Comune di Gioia del Colle.
Filippo Capurso, Assessore alle Politiche ambientali del Comune di Gioia del Colle.
Cecilia Posca, presidente dell’ente capofila Cooperativa Tracceverdi.

Durante la mattinata saranno aperti la cucina sociale e il mercatino solidale (Cooperativa Sociale Siloe) nel quale poter acquistare i prodotti a km0 frutto dell’impegno dei ragazzi Bes e Dsa iscritti a questa “scuola speciale per ragazzi speciali”.  

Si terranno in parallelo anche attività di animazione e laboratori, a cura dei partner di progetto Associazione Ombre e Cooperativa Sociale SoleLuna.


L’evento è gratuito fino ad esaurimento posti per consentire l’adempimento di tutte le norme anticontagio. Si consiglia la prenotazione. Green Pass obbligatorio.

La Scuola del Contadino è la prima scuola gratuita contadina del Sud Italia finalizzata ad offrire occasioni educative e formative alternative attraverso un “sano ritorno alla terra”.
Passando attraverso l’osservazione dell’ambiente che ci circonda e delle sue risorse, vuole formare i ragazzi, rendendo le future generazioni autonome in uno dei mestieri più antichi della tradizione locale.

Non solo, La Scuola del Contadino, con le sue nozioni, tecniche ed esperienze concrete, vuole rendere i suoi studenti cittadini consapevoli di un cambiamento che parte al sé e si estende fino a toccare la collettività: una scuola capace di mettere assieme passato e presente guardando al futuro

 

“Il progetto è stato selezionato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile.

 

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.