17/10/2021 03:01
ALTAMURA: MINORE ARRESTATO PER DETENZIONE AI FINI DI SPACCIO DI STUPEFACENTI E DENUNCIATO PER DETENZIONE ILLEGALE DI MATERIALE ESPOLDENTE

ALTAMURA: MINORE ARRESTATO PER DETENZIONE AI FINI DI SPACCIO DI STUPEFACENTI E DENUNCIATO PER DETENZIONE ILLEGALE DI MATERIALE ESPOLDENTE

Non si fermano i servizi di controllo del territorio da parte dei militari della stazione carabinieri di Altamura e della Sezione Radiomobile volti a contrastare il traffico illecito delle sostanze stupefacenti e a far rispettare le norme per il contenimento del virus COVID-19.

Ed è proprio in questo contesto che i militari controllavano ed identificavano alcuni giovani e fra questi C.V. di 17 anni, il quale era in giro per le vie del centro storico, incurante delle restrizioni imposte in tema di pandemia.

All’atteggiamento sospetto mostrato dal giovane ragazzo, seguiva una perquisizione personale a suo carico che consentiva di rinvenire ben 12 dosi di marijuana, abilmente occultate all’interno dei pantaloni, più una somma di denaro contante di 135 euro, provento da attività illecita.

Pertanto la perquisizione si estendeva presso la sua abitazione , la quale permetteva di rinvenire ulteriori 30 dosi e altri 25 grammi della medesima sostanza.

Il malfattore veniva arrestato per il reato di detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti e sottoposto al regime degli arresti domiciliari.

Nell’abitazione veniva altresì rinvenuto un ordigno artigianale, c.d. “botto di capodanno”, di grosse dimensioni, confezionato in involucro di cartone pressato, di forma sferica, contenente polvere esplosiva, del peso di circa 0,400 kg. per il cui recupero e messa in sicurezza sono dovuti intervenire i Carabiniere artificieri del Comando Provinciale di Bari.

Pertanto il C.V. veniva deferito in stato di libertà anche per detenzione illegale di materiale esplodente clandestino e sanzionato per infrazione alle prescrizioni anti Covid-19 vigenti.

La droga per un peso complessivo di 78 grammi e l’ordigno artigianale venivano sottoposti a sequestro per la successiva confisca e distruzione.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.