23/11/2017 04:56
VIA PIETRO SETTE: TUTTO COME PRIMA.

VIA PIETRO SETTE: TUTTO COME PRIMA.

Altri novantamila euro spesi male.

“Completamento lavori raggiunto. Regimentazione delle acque piovane. Obiettivo raggiunto”. Così scriveva il sindaco solo qualche giorno fa a proposito dei lavori in Via Pietro Sette. Non l’avesse mai scritto! Verso mezzogiorno di ieri, il collaudo del cielo. Una mezzoretta di pioggia ed ecco ripresentarsi il problema di prima. Via Pietro Sette è strada predestinata ad essere lago quando piove. Altri nostri novantamila euro spesi male. Altro che regimentazione delle acque piovane! E’ una vergogna, invece, non solo per chi ha proclamato “l’obiettivo raggiunto” ma anche per l’inefficace studio tecnico elaborato per risolvere il problema. Ignoranza pura.

Se quel “fruscione” di ieri fosse capitato soltanto ventiquattro ore prima, tante bancarelle si sarebbero trasformate in barchette galleggianti con danni, ovviamente a carico del Comune ovvero a nostro carico. Eppure per risolvere una volta per tutte il problema di Via Pietro sette, non occorre la scienza infusa. L’acqua piovana va fermata a monte cioè prima che arrivi in quel tratto di strada. E’ come se una persona vuol dimagrire dopo che il cibo ha raggiunto lo stomaco o come un atleta che taglia il traguardo senza aver corso. O no. “Obiettivo raggiunto”, ma di cosa stiamo parlando. Per favore…

 

3 commenti

  1. riccardo vitulli

    e così che santeramo.it creò i presupposti per far scorrere dal basso verso l’alto le acque. dai dai dai un altro po’ di impegno!! dai dai dai

  2. Grande Franco …È finito il sereno

  3. Idiosincrasia

    Non c’è peggiore sordo di chi non vuole sentire !! Se a questo aforisma aggiungiamo che il Signor Sindaco di Santeramo sembra non aver mai pronunciato,e meno che mai attuato, il termine umiltà: il quadro è completo! Tuttavia apprezzo molto il coraggio di Franco Porfido di descrivere ( per dover di cronaca) le “divagazioni” di amministrare del Sign. Sindaco D’Ambrosio .

Rispondi a Idiosincrasia Cancella un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*