22/11/2017 19:16
VIA IACOVIELLO IN CONSIGLIO COMUNALE IL 10 NOVEMBRE

VIA IACOVIELLO IN CONSIGLIO COMUNALE IL 10 NOVEMBRE

Sarà una discussione accademica tra favorevoli e contrari, nulla di più. A meno che …

Questo pomeriggio il consiglio comunale sulla mensa. Ore 17:00, l’inizio. Martedì 10 novembre, quello monotematico su Via Iacoviello. L’avvio alle ore 18:00. Il punto all’ordine del giorno è stato così formulato: “Mobilità sostenibile a Santeramo: inversione senso di marcia Via Iacoviello.  Discussione”. Siamo davvero scettici su questa “discussione” perché, alla fine, il Consiglio Comunale non esprimerà nessun voto come, invece, farà questa sera sull’atto di indirizzo per la revoca in autotutela di tutti gli atti “presupposti” consequenziali e connessi, relativi gara di appalto per il servizio refezione scolastica. Richiesta prot. n. 20429 del 12.10.2015, presentata da tutti e sei i consiglieri comunali di opposizione. Il 10, quindi, solo discussione, ovvero una assemblea a cui non potranno intervenire i cittadini ma solo gli addetti ai lavori. Un pourparler a cose fatte e sulle quali pendono due ricorsi, uno indirizzato al Presidente della Repubblica, l’altro al Tar. Una discussione accademica tra favorevoli e contrari, nulla di più. Peraltro in consiglio comunale non si può fare altro che discutere, si fa per dire. Sull’argomento in parola, invece, sarebbe stato bello vedere e contare le manine alzate in senso favorevole e in quello contrario dei consiglieri comunali di maggioranza, alcuni dei quali per entrare nelle grazie di commercianti e cittadini, si stracciano le vesti quando parlano per la strada nel dichiararsi contrari a tutto quello che è avvenuto in senso di circolazione stradale su Via Iacoviello e dintorni. In mancanza di voto finale, sarebbe bello sentire almeno le loro voci su come la pensano nella sede opportuna. Ma siamo certi, che anche questa volta, berranno solo acqua come fanno da tre anni e mezzo a questa parte per staccare di tanto in tanto la lingua arrugginita dal palato per poi parlare a seduta conclusa. Bello sarebbe anche ascoltare l’opinione dei componenti la Giunta Comunale. Anche tra loro c’è qualcuno che rema contro quando gli conviene. L’arte della discussione è figlia della democrazia, ma in questo caso ha solo la parvenza di accontentare qualcuno, in specie il Presidente del Consiglio, che in questa storia, per promesse fatte sull’approdo in Consiglio del problema “Iacoviello, è stato pubblicamente tirato in ballo dai commercianti. Ritornando sul concetto di bellezza, speriamo che sino al giorno 10 novembre, giunga la “sentenza” dei due ricorsi. Almeno la discussione verterebbe su documenti ufficiali che metterebbero a tacere una volta per tutte sia i favorevole e sia i contrari. E mettere in pace l’anima degli ipocriti e degli smaniosi.

 

Un commento

  1. MA BASTA !!! Il sindaco, tra bugie e gaffe, non finisce mai di stupire. Non se ne può più. Troppo facile Governare ” Amministrare”,in questo modo, IGNORANDO I CITTADINI,tanto Lui non viaggia in pullman. Immagina la città dei ” Balocchi” e non s’accorge di aver creato disservizi e isolato il paese. Venga alla fermata ( VIA TALETE)…. PERCHE’ NON ATTIVA SUBITO FERMATA LARGO STAZIONE !!! ( Chi c’è da proteggere? ) Un Paese viene giudicato dai servizi che offre ai cittadini / viaggiatori e a Santeramo in questo momento sono PESSIMI !!!!! Sono passati due mesi già che quotidianamente prendiamo i “Bus ” in una zona atipica, quale è Via Talete. NON AVETE VERGOGNA QUANDO VI GUARDATE NELLO SPECCHIO !!! Antonio Comitato Fermata ( Largo Stazione)

Rispondi a Antonio Cancella un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*