22/05/2018 17:53
VENTIMILA EURO PER LE MENSE SCOLASTICHE

VENTIMILA EURO PER LE MENSE SCOLASTICHE

 

Avviate le procedure per i lavori di “riparazione” presso le due mense scolastiche “visitate” dalla Asl.

Con due determinazioni dirigenziali adottate dal Comune di Santeramo, sono state avviate le procedure per l’esecuzione dei lavori di “riparazione” presso le due mense scolastiche, una presso la scuola primaria “Hero Paradiso” e l’altra presso la scuola dell’infanzia “Quasimodo”. Come si ricorderà, fu il Comune stesso a richiedere il sopralluogo degli Ispettori Asl presso le mense per aver maldestramente interpretato un post su facebook di un cittadino santermano che lamentava che il figlio portava a casa frutta scaduta. Di qui subito la corsa a richiedere il controllo Asl alle mense scolastiche che con la frutta scaduta a scuola non c’entravano proprio nulla. Questo scivolamento sulla classica buccia di banana che con un pizzico di attenzione poteva essere evitato, sta per essere ripianato ovviamente a spese nostre. Vediamo da chi. Sarà la Ditta Ariano Costruzioni s.r.l. di Santeramo ad eseguire i lavori di manutenzione straordinaria delle pareti degli ambienti mensa, cucina e annessi w.c., a servizio degli edifici scolastici Hero Paradiso e Quasimodo al fine di migliorare le condizioni igienico-sanitarie. Spesa complessiva € € 7.805,56. Sarà, invece, la Ditta Lamonica Elettromeccanica s.n.c. con sede in Santeramo in Colle ad effettuare i lavori di manutenzione straordinaria dell’impianto idrico a servizio degli stessi edifici nonché quelli per il miglioramento delle condizioni igienico-sanitarie della rete di adduzione idrica. Spesa prevista € 12.193,90. Per i due interventi, quindi, i Cittadini santermani pagheranno complessivamente € 19.999,46. Non sarebbe stato più onesto che questi soldi fossero sborsati da coloro i quali, zappandosi i piedi, chiesero inopinatamente il sopralluogo della Asl? E’ una domanda che entrerà – se vi entrerà – da un orecchio e uscirà come un missile dall’altra. Nelle due determinazioni nulla si legge se gli interventi previsti saranno propedeutici per il ritorno a mensa dei nostri cari bambini celiaci come vivamente ci auguriamo.

 

 

 

5 commenti

  1. Ah..Ah..Ah..Ah..questi sono i preventivi di partenza…poi vedremo i costi finali all’ arrivo!!!
    Fateci sapere.

  2. Io per rifare completamente nuovo l’impianto idrico in un appartamento di circa 200mq + la tavernetta e compreso i termosifoni ho speso 6.550 euro.
    Qui si parla di oltre 12.000 euro per una manutenzione idrica.
    Per la tanta decantata trasparenza il sindaco dovrebbe rendere noto ai cittadini gli specifici interventi che la ditta esguirà sull’impianto idrico.

  3. Però è strano che gli Ispettori ASL abbiano soltanto fatto chiudere il servizio pasti x i celiaci e non abbiano sanzionato con una multa l’irregolarità trovate.
    Quando vanno nelle aziende private bastonano con multe da migliaia di euro, e qui niente.. possibile!!!

  4. Dato il continuato e arrogante silenzio da parte del sindaco, sulle vicende poco chiare che lo riguardano, mi domando: ma gli ispettori ASL non avevano trovato anomalie di non idoneità nelle cucine, per quanto riguarda la preparazione dei pasti per i bambini celiaci?!!
    Cosa ci azzecca una Ditta di Costruzioni a risanare le pareti delle cucine e i cessi!! Se questi ambienti fossero stati poco salubri la nota degli ispettori avrebbe riguardato tutti i bambini e non solo i celiaci. Così pure le tubature idriche cosa ci azzeccano. Mi sembra molto ma molto strano affermare che dopo questi lavori le cucine saranno a norma per preparare pasti per i celiaci. Ma questi lavori forse sono solo L’ANTIPASTO il vero PRANZO verrà dopo!!!
    Il sindaco…quando è meno impegnato su facebook…può sempre rispondere. Grazie

  5. il sindaco dovrebbe fare pubbliche scuse alla cooperativa che gestisce la mensa.
    Ma l’umiltà non fa parte della sua religione.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*