25/11/2017 10:50
VELIVOLO SOSPETTO SUI NOSTRI CIELI

VELIVOLO SOSPETTO SUI NOSTRI CIELI

Due caccia decollati dalla base di Gioia del Colle per identificare un Boeing 737

 

Giovedì 9 Ottobre, un Boeing 737 della Saudi Arabian Airlines ha fatto scattare lo scramble a causa di mancata identificazione. L’evento ha attivato il sistema di difesa aerea avviando la procedura di decollo rapido di due caccia Eurofighter dalla base di Gioia del Colle, sede del 36° Stormo.

I due caccia, partiti in pochissimi minuti , sono rimasti costantemente in contatto radio con il radar della difesa aerea.

L’intercettazione è stata realizzata nel territorio albanese, in virtù degli accordi di Air Policing con l’Albania, in base ai quali la difesa del relativo spazio aereo è ripartita in turnazione tra le Forze Aeree dei Paesi dell’Alleanza, tra cui appunto l’Italia.

Raggiunto il velivolo, è stata effettuata l’identificazione visiva e, dopo aver accertato l’assenza di una minaccia, è stato dato l’ordine di rientro alla base.

L’Aeronautica Militare assicura la sorveglianza dello spazio aereo nazionale 365 giorni all’anno, 24 ore su 24, con un sistema di difesa integrato con quello degli altri Paesi appartenenti alla NATO. Il servizio è garantito dal 36° Stormo di Gioia del Colle, dal 4° Stormo di Grosseto e dal 37° Stormo di Trapani con velivoli caccia Eurofighter.

 

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*