23/11/2017 17:32
UN NOSTRO CONCITTADINO SCRIVE AL SINDACO

UN NOSTRO CONCITTADINO SCRIVE AL SINDACO

Vi proponiamo una delle tante lettere giunte alla nostra redazione a opera di un concittadino che ha deciso di non “restarsene a guardare”.

E’ nuovamente Giovanni Porfido che le scrive, il dipendente della Azienda Natuzzi Spa ancora in cassa integrazione (per fortuna) e la presente è per contestare il suo operato circa la tematica lavoro a Santeramo. Le ricordo che più di un anno fa nominò il neo presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, come suo consigliere particolare per la risoluzione della crisi Natuzzi ma, a parte un paio di comparse di qua e di la a mò di fantasma, io non l’ho più visto e, tanto meno sentito pronunciare da lui, ma neanche da lei, uno straccio di programma che andasse in soccorso ai tanti disoccupati di Santeramo e non solo. Tutto questo mentre l’Azienda Natuzzi mette in cassa integrazione, a zero ore, e sposta nello stabilimento di Ginosa, peraltro ancora chiuso, 525 operai per la maggior parte Santermani. Non solo, ma dell’accordo di programma riferito ai 101 milioni di euro da spendere per l’insediamento di nuove attività produttive (diverse dal mobile), solo qualche ridicolo articoletto. E’ risaputo che per attirare nuovi soggetti imprenditoriali nel nostro territorio avremmo bisogno di migliorare la viabilità delle strade, di predisporre una formazione mirata, di promuovere e incentivare le produzioni autoctone, tutte cose possibili con l’aiuto della Regione e quindi, dov’è Emiliano? Si ricorda ancora di noi? Oltre ad assaporare le cozze, è capace di elaborare una strategia di uscita da questa situazione molto critica che attanaglia il comparto murgiano dove ci siamo anche noi? Ma oltre al suo operato, signor sindaco, voglio contestare il suo modo di fare. Da due anni e mezzo circa lei si è preoccupato della casa di riposo, di sfasciare senza che c’è ne fosse bisogno piazza Garibaldi e di terminare piazza Berlinguer e forse, per ultimo, della biblioteca. Ma ha lasciato al proprio destino tutto il resto: immondizia, buche, criminalità e molto altro. Mentre si preoccupa in maniera quasi maniacale di essere sempre presente sui social network come se si trattasse di un qualcosa che le produce ricchezza. Ma con questo comportamento lei ha letteralmente BRUCIATO non solo tanti della mia età, ma soprattutto tanti giovanissimi che qui non avranno niente da realizzare e saranno costretti ad andare via. Le chiedo a questo punto, dopo tanto giocherellare, si sente ancora a posto con la coscienza per continuare a fare il sindaco?

2 commenti

  1. giuseppe molinari

    il sindaco ormai è solo una stella cadente, tenta di aggrapparsi agli specchi. prima o poi scivolerà e si farà male. lui con i suoi amici di merenda stà bene, viaggia in auto blu quindi se si rompe paga il comune. noi comuni cittadini dobbiamo sopportare la sua incompetenza e la sua arroganza.

  2. Ancora una SQUALLIDA AUTOCELEBRAZIONE da parte del sindaco dalla sua pag fb.
    Si autocelebra di aver organizzato “Giochi d’Estate per Ragazzi Diversabili”
    L’iniziativa è lodevole, ma non sarebbe stato meglio divulgarla ampiamente attraverso i mezzi di Comunicazione presenti a Santeramo, piuttosto che ridurla a mera campagna AUTOPUBBLICITARIA?
    E poi perchè il sindaco non specifica se l’evento è completamente a carico del comune o si paga una retta?
    Inoltre, vorrei ricordare al sindaco, che a Santeramo ci sono tantissimi bambini che versano in condizioni di miseria e sarebbe bello organizzare anche per loro, una colonia marina anche per solo 10giorni, completamente a spese del comune.
    SPERPERATE TANTI DI QUEI SOLDI CHE VI DOVRESTE VERGOGNARE A NON RIUSCIRE AD ASSISTERE I PIù BISOGNOSI.
    E QUADO LO FATE, CON POCHE BRICIOLE, VI AUTOCELEBRATE. VERGOGNA.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*