23/03/2017 15:14
TRA I DUE LITIGANTI NESSUNO GODE

TRA I DUE LITIGANTI NESSUNO GODE

Da Forza Italia riceviamo e pubblichiamo.

Il coordinamento cittadino di Forza Italia Santeramo, nella figura del suo segretario, Domenico Digregorio, ringrazia vivamente l’interesse mostrato dal Presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, nonché la sua presenza sul territorio di Santeramo in Colle, in questi giorni di evidente difficoltà. Spiacevole, invece, è stata la diatriba verbale e mediatica tra il Sindaco di Santeramo in Colle, Michele D’Ambrosio e il Presidente Emiliano, uno scarica colpe a vicenda. Il Sindaco, ha accusato il Presidente della Regione Puglia, di non essere intervenuto con mezzi adeguati a ripristinare la sicurezza a Santeramo in Colle colpita fortemente dalla neve,  quest’ultimo risponde che il Sindaco è intervenuto in ritardo e che tutti, cittadini compresi, si sono fatti prendere dal panico, quando in un paese del nord Italia, una situazione del genere rispecchia la normalità, tanto che i cittadini restano tranquilli in casa. Certo, anche noi pensiamo e siamo sicuri che una situazione del genere, precipitazioni nevose così abbondanti, siano di ordinaria amministrazione nei paesi del nord Italia, tanto che i cittadini possono tranquillamente godere il calore casalingo, raggiungere il posto di lavoro e tutti i posti di estrema necessità quali ospedali ecc…perché sono certi che tutto questo gli verrà permesso da una macchina organizzativa che si adopera a prevenire e gestire disagi della collettività. A Santeramo in Colle questa macchina organizzativa non ha funzionato, nonostante la protezione civile e i numerosi volontari scesi per strada, non c’era e non c’è una valida squadra organizzativa a gestire i lavori. In queste situazioni così delicate, se non c’è un “organo” guida, è normale che si vada un po’ allo sbaraglio non riuscendo a rendere efficaci gli aiuti. Non stupiamoci, dunque, se i cittadini preso atto di questa disorganizzazione, hanno iniziato ad esternare le loro paure, più che lecite! Il Sindaco di Santeramo in Colle e il Presidente della Regione Puglia, invece di scaricare colpe l’un l’altro,  dovrebbero chiedersi come mai un  Comune di 27 mila abitanti non sia stato in grado di gestire una situazione di difficoltà che per alcuni rientra nella normalità e come mai la Regione non era a conoscenza di queste inefficienze di mezzi. Le colpe cerchiamole nel buon senso ancora una volta non utilizzato e non nelle lecite paure dei cittadini non tutelati da un’amministrazione incapace.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*