24/11/2017 12:21
TEST DI VIA IACOVIELLO: COSA SI STA MISURANDO?

TEST DI VIA IACOVIELLO: COSA SI STA MISURANDO?

Affido agli organi di stampa locali una proposta che a mio avviso avrebbe potuto evitare numerose polemiche sul tema dell’inversione del senso di marcia su via Iacoviello.
Sul tema si è gia parlato molto e non avendo  titoli in merito (se pur ho una mia idea a riguardo) con il mio scritto e con spirito costruttivo, vorrei semplicemente invitare il Sindaco D’Ambrosio ed il comandante della polizia urbana Magg. Caporusso, a chiarire con una semplice tabella (a beneficio di tutta la cittadinanza), cosa ci si aspetta dall’inversione del senso di marcia di via Iacoviello.
Si è talmente scritto tanto che riesce difficile ad un semplice cittadino fare una ricerca per trovare una risposta semplice e completa a detta domanda.
La mia mansione di uomo di produzione e di analisi in una azienda locale, mi ha impegnato spesso in situazioni nelle quali necessitava migliorare i flussi e di conseguenza migliorare la produttività o altri indici. Potrebbe sembrare un paradosso ma in queste analisi la base di partenza è rappresentata sempre dal punto di arrivo: cosa vogliamo migliorare ?
Qui entra in gioco la teoria del Filosofo  Thomas Kuhn: “solo ciò che è misurabile è migliorabile”.
Se con il cambio del senso di marcia di via Iacoviello vogliamo migliorare quindi qualcosa dobbiamo parlare con numeri alla mano e non con le sensazioni. Le sensazioni sono soggettive i numeri invece oggettivi.
“Accettato” quindi il test, cosa si sta misurando in questo periodo ?
Oltre ai 48 (alias 96) pullman che non transiteranno da detta via (tralascio le considerazioni relative al disagio che questa situazione potrebbe apportare ai cittadini), non mi è sembrato di leggere altri numeri a riguardo.
Per consolidare il risultato di un test i risultati andrebbero confrontati con quanto rilevato in precedenza, ma cosa ed in che modo è stato monitorato a preventivo ?
Credo che, nella linea della totale trasparenza, sarebbe stato corretto agire partendo da una semplice comunicazione/tabella riepilogativa come ad esempio:
“Per i vari punti (ad esempio: traffico su via Iacoviello e strade adiacenti, inquinamento, necessità di interventi, ingorghi giornalieri, tempi di percorrenza, ecc.) in passato è stato rilevato ” x “, con quanto messo in atto a fine test ci aspettiamo ” y “, se questo risultato non sarà raggiunto, o raggiunto parzialmente con uno scarto max del x%, si ritornerà alla precedente situazione”.
Se i numeri di partenza ci sono, con quanto sopra proposto si potrebbe ancora fare in tempo a stemperare gli animi di numerosi cittadini dando loro uno strumento oggettivo per verificare, a fine test, i risultati ottenuti, diversamente, ognuno con le proprie sensazioni, si sentirà in diritto di  continuare a dire di aver ragione.
Cosa ne pensano il Sindaco D’Ambrosio ed il Magg. Caporusso ?
Giovanni Zeverino

11 commenti

  1. giuseppe molinari

    più che di sondaggio bisogna parlare di rivoluzione. il sindaco è un dipendente a tempo determinato e deve lavorare per i cittadini, invece lui nelle sue manie di grandezza pensa di essere il re e questo gli dà il potere di comandare i suoi sudditi. l’unica cosa che ha dimenticato e che se i sudditi si dovessero incazzare il rè verra deposto. come ripeto da tanto tempo 500 persone si recano al comune e lo lo fanno accomodare fuori. semplicemente

  2. Gent.le Sig.Zeverino
    Come già specificato da V.Mele… NON ESISTONO NUMERI DI PARTENZA..!! Inoltre da diversi giorni gli unici “NUMERI” sono quelli che sta dando il Sindaco!!!
    Infatti il motivo iniziale del cambio del senso unico, era, a detta del Sindaco, prettamente Ambientale…ridurre lo smog in villa. Poi il motivo è divenuto Commerciale, creare un isola pedonale e incentivare il passeggio e quindi la frequentazione di determinate attività commerciali. Negli ultimi giorni invece, sempre il suddetto Sindaco dichiara:
    “Non dimenticate la motivazione da cui siamo partiti: il traffico intensissimo che partiva da via Laterza e arrivava in via Cassano passando per via jacoviello.CERHIAMO DI TENERLO SEMPRE A MENTE.”
    Ma ormai alle menzogne siamo abituati, ora ci abitueremo anche a questa nuova Lotteria:” I NUMERI DEL SINDACO.”

  3. Come mai da qualche giorno la pag ufficiale di fb del pretucolo tace.
    Forse ha terminato i sui Proclami di Distrazione di Massa.
    O presto ci porterà i rilievi del Grado di Smog in villa, misurati con il suo Naso-Bionico.

  4. Perchè il nostro Illuminato sindaco non va a Misurare il TASSO ALCOLICO che tutte le sere si verifica in un Bar in Via jacoviello? Il Tasso Alcolico AMMAZZA più del Tasso dello SMOG, oltre a creare più disordine e molestie ai residenti. Ma evidentemente, per il nostro UOMO di RELIGIONE, il problema della SALUTE dei Giovani e dei Cittadini non è una priorità, prima bisogna pensare alla salute degli alberi in villa!!

  5. Gent.mo Giovanni Zeverino,
    Ciò che io e i miei colleghi di via Jacoviello e piazza Divagno ripetiamo da tempo è esattamente questo: NON ESISTONO NUMERI DI PARTENZA!!! Per cui cosa si può misurare? Detto e ripetuto in tutte le lingue e tutte le salse. Prima risposta: ” Si fa come ho deciso io.” Seconda risposta: “Visto che mi contestate sarò ancora più str…”. Capito con chi abbiamo a che fare? Chi ha le chiavi della città?

  6. Si sta misurando la PROTERVIA e la STRAFOTTENZA di una persona che non ha mai lavorato in vita sua e quindi se ne fotte dei problemi dei commercianti e dei cittadini

  7. Stiamo Parlando Soltanto!…Scriviamo Esposti al Prefetto, Questo ci Calpesta sotto i Piedi, e usa Tutti come Marionette…Diamoci una Mossa

  8. Piuttosto perchè non organizziamo per settembre una mobilitazione di gente con le palle che manifesta per le vie del paese e si conclude in piazza municipio invitando il sindaco a dimettersi? Questo è il sondaggio che ci vuole, nella speranza che poi a manifestare non siamo io mamt e tu.

  9. Ma una volta fatto il sondaggio e il risultato è che nessuno vuole l’inversione del senso di via Iacoviello, poi cosa si fa? Nulla si ammosciano le orecchie come è successo per altro. E così continueremo a fare gli schiavi a vita ……..

  10. Ilsognoesotico

    Potreste fare un sondaggio a un mese dall’inversione del senso di marcia per sapere cosa ne pensa la gente di tutto ciò?

  11. Lo faccio io il test. prendete una persona che sta male prendete un ambulanza che rimane bloccata prendete il tempo che passa e l ambulanza che non arriva e il risultato nefasto.prendete un intervento urgente dei carabinieri le stradine strette che rallentano la corsa e i buoi che saranno già scappati.prendete un commerciante che già vendeva poco e niente gli rendi la via deserta di persone e il risultato si chiama chiusura..a meno che il sindaco sta pensando di far gestire il centro di accoglienza a tutti commercianti danneggiati così almeno questo problema economico si risolverà ma dubito che stia pensando proprio agli amici commercianti di via jacoviello.

Rispondi a onestamente Cancella un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*