23/11/2017 04:49
TASSA RIFIUTI: IL COMUNE SBAGLIA E PER I SANTERMANI ARRIVA IL SALASSO!

TASSA RIFIUTI: IL COMUNE SBAGLIA E PER I SANTERMANI ARRIVA IL SALASSO!

“Ancora Ecotassa al massimo: 25,82 euro per ogni tonnellata conferita in discarica” A sollevare il problema il Movimento 5 Stelle di Santeramo che in una nota scrive:

L’eccesso di cantieri aperti nelle ultime settimane (?), avrà sicuramente disorientato gli amministratori locali, che purtroppo (per noi cittadini) non hanno inviato in maniera idonea alla sezione regionale “ciclo dei rifiuti” i documenti previsti dalla legge regionale 16\2015 per la validazione della percentuale di raccolta differenziata del Comune allo scopo di determinare l’aliquota del tributo speciale per il conferimento in discarica dei rifiuti solidi urbani.

Abbiamo avuto riscontro di questo, non dalla pagina facebook del Sindaco (ormai ritenuto da alcuni unico organo di informazione “superpartes” a Santeramo) ma bensì dalla DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE SEZIONE CICLO DEI RIFIUTI 25 agosto 2016, n. 211 (consultabile sul sito della Regione Puglia).determina

Si evince infatti testualmente che “la documentazione trasmessa dai Comuni di Santeramo in Colle e Volturino risulta essere non idonea alla verifica del raggiungimento dell’obiettivo”, l’obiettivo è appunto quello della determinazione dell’aliquota, che dunque resta quella massima: 25,82 €\ton.

E pensare che le premesse a inizio mandato erano state positive, quando il Primo cittadino invitò il Sindaco di Rutigliano per esaminare il “porta a porta”, metodo usato ormai quasi ovunque per ridurre la quantità di rifiuti conferiti in discarica, ma che a Santeramo è stato ritenuto “non conveniente”.

Solo un piccolo aumento della raccolta differenziata o magari, ancora più semplice da attuare, una raccolta dell’umido efficiente (che rappresenta la maggiore parte del conferito) avrebbe comportato un ecotassa molto minore, pari solo a 7,5 €\ton! Tanto infatti pagano, ad esempio, nella vicina Gioia del Colle.

Qualcuno vorrà difendere questa amministrazione addebitando le colpe agli ARO (ambito raccolta ottimale che raccoglie più comuni) che stentano a portare a termine il loro lavoro, ma non può bastare, perché, come dimostra il Sindaco neo eletto di Noicattaro (M5S), molto si può fare con la sola volontà politica e in attesa degli ARO: si potrebbe potenziare il servizio di raccolta con una maggiorazione di costo che verrebbe compensata dalla riduzione dell’ecotassa e della tariffa per il conferimento in discarica, ciò creerebbe anche posti di lavoro senza maggiori spese per i cittadini.

25,82 €\ton è il prezzo dell’ecotassa oppure il costo dell’incapacità di qualcuno di coloro che occupano il nostro Comune? Ai cittadini il compito di trarre le conclusioni.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*