12/12/2017 22:46
SSSSSSST… NESSUN PARLI!

SSSSSSST… NESSUN PARLI!

Perché la bellezza dell’arte, della musica e del movimento sanno parlare più di tante parole…

“Senti che musica che abbiamo qui!”. È bello incominciare a narrare questa giornata fuori dal comune con l’inizio del nostro inno, l’inno Hero Paradiso, scritto dal maestro Francesco Tritto e cantato con forte senso di appartenenza da tutto l’istituto. La nostra scuola, infatti, ha voluto dar voce in modo diverso ai pensieri, alle emozioni, alle esperienze dei bambini, … ha voluto parlare, ma con la musica, il movimento, l’arte. Pertanto, il 22 novembre 2017 la nostra scuola, il I Circolo Didattico “Hero Paradiso” di Santeramo, ha vissuto con entusiasmo il progetto “Nessun parli…”, fortemente voluto dal nostro Dirigente scolastico, dott.ssa Elena Cardinale, e sposato con entusiasmo dai docenti tutti. I protagonisti, però, sono, come sempre, gli alunni, ma anche la musica, il movimento e… l’arte. Essi anche in questo giorno sono stati di casa presso la nostra scuola! I bambini, infatti, si sono trasformati in piccoli artisti ed hanno imitato il grande pittore santermano Hero Paradiso, a cui la nostra scuola è intitolata. Nella scuola sono stati dedicati variegati ed originali laboratori creativi calibrati per età, che hanno promosso e abbinato l’educazione musicale e artistica.

Tutti i lavori degli alunni del nostro circolo, da quelli dei bambini della scuola dell’Infanzia a quelli della Scuola Primaria, sono stati esposti in una mostra allestita in occasione del progetto. Essa ha inizio nell’atrio antistante alla direzione e alla segreteria, dove sono custoditi sia i quadri originali del pittore Hero Paradiso, che quelli di altri autori. Essi si sono ispirati all’artista suddetto partecipando a concorsi a lui dedicati. Non mancano testimonianze iconiche della biografia dell’artista. La mostra si snoda per tutta la sede centrale del circolo, sia negli atri della Scuola dell’Infanzia, che in quelli della Primaria con le tante originali opere dei ragazzi… Ma è stata una giornata speciale anche per tanto altro. A metà mattinata c’è stata una sorpresa: la coinvolgente Street Band “Quattro per quattro” ha animato un allegro momento di musica presso ciascun plesso del Circolo tra l’allegria, i canti, gli applausi e i balli sfrenati e coinvolgenti di tutti: alunni, genitori maestri e Dirigente. Che gioia! Tutti, inoltre, abbiamo giocato al Mercante in fiera con le carte che rappresentano alcuni dei quadri più importanti di Hero Paradiso, gli stessi che abbiamo riprodotto con passione e che abbiamo “disseminato” per tutta la mostra.

Ma l’attenzione per la musica e per l’arte non è nuova nella nostra scuola. Ha una storia consolidata: in questa giornata, infatti, sono stati rivisti i video di due esperienze relative alla partecipazione della nostra scuola a due edizioni della manifestazione cittadina del Carnevale dei Ragazzi con i gruppi: “La scuola è come un’orchestra” e “Quando l’arte fa spettacolo”.  Ma non è finita qui… La grande festa del “Nessun parli” è continuata anche nel pomeriggio, perché il tempo da dedicare all’arte e alla musica non basta mai. In primis l’esibizione del gruppo folkloristico dell’Università della terza età ha dimostrato che è possibile unire le generazioni; successivamente l’ex preside, prof. Raffaele Bongallino, ha illustrato la vita e le opere del pittore Hero Paradiso; il concerto del coro della scuola Hero Paradiso, guidato dal maestro Francesco Tritto si è esibito prima nella sua componente studenti, cantando l’Inno d’Italia e l’Inno della nostra scuola Hero Paradiso, poi con la presenza di docenti e Dirigente. Tutti hanno cantato allegre canzoni all’unisono. Il maestro Francesco Tritto ha animato molti dei momenti della manifestazione e non solo il coro della nostra scuola: la sua presenza è stata strategica sia con l’esibizione musicale del quartetto “Retrogusto” dalle coinvolgenti note jazz, che alla guida del coro civico della PRO LOCO santermana, una bella realtà che ormai da un anno sta crescendo e si sta consolidando nel nostro paese. Come si può ben vedere, il merito di questa manifestazione è consistito nella grande eco e partecipazione sul territorio, ma anche nella capacità di valorizzare le sue risorse. Questa giornata ci ha ricordato che ci sono linguaggi che vanno al di là della parola, linguaggi che sanno parlare al cuore e alla mente anche senza la parola. Essi riempiono il cuore ed elevano l’anima grazie alla bellezza, che si fa suono, musica, arte, bel movimento, … una bellezza che sa educare più di tante parole!

La Collaboratrice del Dirigente Scolastico Ins. Marianna Dimauro

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*