22/08/2017 13:01
SANTERAMO SOMMERSA DALLA SPAZZATURA: ECCO COSA SUCCEDE

SANTERAMO SOMMERSA DALLA SPAZZATURA: ECCO COSA SUCCEDE

Basta mettere il naso fuori dalla porta di casa per notare i cumuli di immondizia ai lati dei cassonetti. Siamo invasi da segnalazioni e foto scattate dai cittadini in ogni quadrante di Santeramo che documentano la situazione catastrofica dei rifiuti con i cassonetti stracolmi e montagne di sacchi dell’immondizia ammassati sulle strade a causa della mancata raccolta da parte della Tradeco. Una situazione al limite che doveva essere la priorità del primo cittadino e invece si è rivelata la prima gatta da pelare, lasciata in eredità dalla precedente amministrazione. Una stoccata a Baldassarre è arrivata anche dall’esponente di Direzione Italia, il consigliere Michele Di Gregorio. In una nota il sindaco e l’assessore Labarile, scusandosi del disagio, scrivono che  «tale disservizio è causato da problematiche legate al mancato rispetto del contratto, seppur in deroga, di raccolta dei rifiuti che ha lasciato in eredità all’attuale Amministrazione una già critica gestione del servizio».
Ritardo nel pagamento dei salari ai lavoratori della Tradeco e ad un parco macchine obsoleto e che necessita di continue manutenzioni tali da rendere attualmente inutilizzabili ben tre automezzi su quattro, di cui uno posto sotto sequestro in discarica sono i motivi che hanno determinato questo grave disagio. L’Assessore al ramo, Labarile, non è stata con le braccia conserte ma ha incontrato in più occasioni l’azienda Tradeco, nonché i dipendenti, per poter cercare di ottenere miglioramenti nella gestione del servizio e il rispetto del contratto.  Nella nota scrivono «L’Amministrazione comunale è così costretta a dirimere quotidianamente tali problematiche alla ricerca di equilibri tali da garantire il servizio alla città, pertanto si è deciso di avviare la procedura di sostituzione nel pagamento degli stipendi ai lavoratori (Art. 30 del Codice degli appalti) in modo da evitare nuovi scioperi dei dipendenti e con i costi che verranno decurtati dal canone che questo Comune versa mensilmente alla Tradeco».
L’Assessore Labarile e il Sindaco di Santeramo, Fabrizio Baldassarre, hanno inoltre sentito il Presidente dell’Agenzia territoriale della Regione Puglia per la gestione dei rifiuti, Gianfranco Gradaliano, per valutare ulteriori azioni da mettere in campo qualora l’emergenza di questi giorni non dovesse rientrare.
Le difficoltà denunciate sono manifeste anche presso gli altri comuni limitrofi che sono con la medesima gestione in quanto dovute a carenze proprie ed interne alla compagine aziendale, creando notevoli problemi nella raccolta dei rifiuti indifferenziati e differenziati, nonché nel servizio di pulizia e spazzamento del territorio.
Il tutto è aggravato dal fatto che sono pendenti presso gli organi giurisdizionali ricorsi avverso gli atti di gara Consip, gara appena aggiudicata per l’affidamento del nuovo servizio “Porta a porta” che ritardano così il passaggio alla nuova gestione.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*