22/08/2017 12:55
RIFIUTI: MICHELE DIGREGORIO SCRIVE AL SINDACO

RIFIUTI: MICHELE DIGREGORIO SCRIVE AL SINDACO

Le elevate temperature di questa bellissima estate, insieme alla carenza del servizio di Igiene Urbana, rischiano di provocare dei seri problemi igienico-sanitari.

Egr. Sig. Sindaco Prof. Fabrizio BALDASSARRE,

Nei primissimi giorni dell’insediamento della sua amministrazione abbiamo notato, con grande piacere, che l’Assessore al ramo coadiuvato da alcuni Consiglieri comunali si prodigava a sovrintendere alla pulizia della centralissima ex Piazza Garibaldi (oggi, dopo l’intervento di rigenerazione urbana, la potremmo definire “slargo” più che una piazza), così come si è potuto notare l’impiego di idranti per lavare Via Roma e l’area antistante l’edificio scolastico Balilla.

Purtroppo Le devo fare notare che le elevate temperature di questa bellissima estate, insieme alla carenza del servizio di Igiene Urbana, rischiano di provocare dei seri problemi igienico-sanitari.

La nostra città, continua ad essere invasa dai rifiuti e le strade sono sempre più sporche e maleodoranti. Certamente la colpa non è di questa Amministrazione comunale se il servizio è carente, ma di chi negli scorsi anni ha permesso che la situazione degenerasse fino a questo punto.

Queste foto scattate, oggi alle ore 15:20, dimostrano come il servizio di raccolta rifiuti unitamente alla pulizia dell’area, non viene svolto da diversi giorni perché quell’ammasso di rifiuti (unitamente al televisore rotto) stazionano ed aumentano di giorno in giorno. Esattamente sono più di 4 (quattro) giorni che i cassonetti di via Bartolomeo Paradiso non vengono svuotati, e questo, purtroppo, non è un caso isolato ma riguarda l’intera nostra città ed in modo principale le zone più decentrate e/o periferiche che vengono anche prese d’assalto dagli abitanti provenienti dalle campagne limitrofe che conferiscono notevoli quantità di rifiuti magari accumulate da diversi giorni.

Sig. Sindaco Prof. Baldassarre,

i cittadini chiedono un immediato intervento per riportare alla normalità una situazione che rischia di provocare una vera “emergenza” igienico-sanitaria.

Mi permetto di suggerire che in questi casi l’amministrazione comunale, in presenza della inadempienza della società che gestisce il servizio, può autorizzare il Dirigente del settore a ricorrere ad un servizio sostitutivo con addebito dei costi a carico di chi si è reso responsabile di tale disservizio.

Voglio ricordare che il servizio di raccolta, trasporto e smaltimento dei rifiuti, è posto interamente a carico dei cittadini e comprende i cosiddetti costi comuni che incidono pesantemente nella determinazione delle tariffe della TARI.

Resto fiducioso in un Suo pronto intervento per risolvere questa vera e propria emergenza.

Santeramo, 08 agosto 2017

Michele Digregorio, consigliere comunale

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*