23/10/2018 07:54
QUALE  FUTURO PER I NOSTRI ALLEVATORI ?

QUALE  FUTURO PER I NOSTRI ALLEVATORI ?

Riportiamo una nota diffusa dal gruppo politico Forza Italia di Santeramo.

Da tempo il settore primario, soprattutto quello che concerne il comparto del latte della  nostra Murgia, è in declino totale. Il latte delle nostre aziende agricole è poco richiesto, ma soprattutto poco valorizzato, nonostante gli allevatori siano costretti a seguire un disciplinare di produzione nel rispetto igienico-sanitario, grazie allo scrupoloso monitoraggio delle USL italiane e locali. I nostri allevatori, infatti, sono costretti a subire speculazioni di mercato perche le direttive europee consentono tranquillamente di importare, imbottigliare e trasformare latte di qualsiasi provenienza e in qualsiasi modo .La conseguenza a tutto ciò è un inadeguato prezzo del prodotto riconosciuto agli allevatori, che non riescono, in questo modo, ad abbattere i costi di produzion . Alla luce di questa gravissima situazione che pende ormai da tempo sul nostro territorio e che peggiora giorno dopo giorno, il gruppo politico di Forza Italia, congiuntamente agli allevatori della zona, chiede alle Istituzioni di rivolgere massima attenzione e di adoperarsi affinché, in tempi brevi, ci sia una ripresa di questo settore, che costituisce un volano importante dell’ economia del nostro territorio. Da un incontro tenutosi  tra i  gruppi politici di Forza Italia e alcuni allevatori,  che fanno capo ai paesi di Acquaviva, Altamura, Cassano, Gioia del Colle, Gravina, Laterza, Mottola, Noci , Putignano e Santeramo, sono emerse alcune esigenze imprescindibili per garantire la stabilità delle nostre aziende agricole. Innanzitutto è necessario ricreare un tavolo di concertazione a livello regionale, cosa che peraltro avviene in altre regioni italiane  tra Istituzioni, allevatori  e  caseifici, in cui venga stabilito un prezzo minimo , ma congruo, per la vendita del latte, il tutto finalizzato ad un aumento immediato  dello stesso. Parallelamente si richiede un impegno, da parte delle Istituzioni , affinché si creino le condizioni per cui, tutti i prodotti  caseari immessi  sul mercato abbiano un’ etichettatura chiara su cui siano specificate  le materie prime e la loro provenienza . Una forma di promozione territoriale ed una garanzia, questa, per il consumatore, che sarebbe sicuro di acquistare un prodotto  proveniente esclusivamente dalla nostra Murgia. Riteniamo che solo attraverso la sinergia di Istituzioni ed operatori  si possa giungere alla ripresa del comparto lattiero-caseario. Per cui comunichiamo che seguiranno altri incontri che vedranno coinvolte tutte le parti interessate .

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.