23/11/2017 04:53
PUG: PERCHE’ ORA TANTA FRETTA?

PUG: PERCHE’ ORA TANTA FRETTA?

Da LeAli pr SanterAmo riceviamo e integralmente pubblichiamo.

Cari Concittadini,

lunedì 19 gennaio, il Consiglio Comunale sarà impegnato ad adottare il Piano Urbanistico Generale la cui redazione fu affidata ad un pull di professionisti dalla trascorsa Amministrazione Comunale di centro destra.

Senza nessuna pubblica iniziativa, senza l’attivo coinvolgimento dei professionisti santermani e delle imprese locali come pure delle associazioni sociali, culturali ed economiche, con tanta inusitata fretta  e, quasi certamente, senza che il neo Assessore al ramo Lorenzo Perniola abbia avuto il tempo per ben assimilare il lavoro del suo predecessore Francesco Natuzzi, l’Amministrazione Comunale ha l’arrogante pretesa di approvare il nuovo strumento urbanistico sorvolando con disinvoltura sulla necessità e sul dovere morale di scuotere la Città che da anni aspetta per ritornare a crescere a livello economico ed occupazionale.

Un PUG pensato nel chiuso delle stanze e in una maggioranza di centro sinistra che rimane traballante tant’è che da diverse sedute consiliari si è presentata in aula a ranghi ridotti, non può essere approvato se veramente, come noi crediamo, si vuole fare di questo nuovo strumento urbanistico il trampolino di lancio di una rinnovata stagione di sviluppo come fu negli anni ’70 il superato piano di fabbricazione.

Seriamente preoccupati che il PUG che si intende adottare, non risponda alle effettive esigenze della Cittadinanza per le riservate modalità con cui è stato concepito,

chiediamo il rinvio dell’adozione da parte del Consiglio Comunale

affinché si possano organizzare in maniera preliminare le più idonee iniziative pubbliche con la partecipazione dei tecnici progettisti.

Siamo pure certi che, se laddove la nostra ragionevole proposta non sarà accolta, molto difficilmente il PUG potrà essere adottato all’unanimità come, invece, l’importanza strategica del nuovo strumento impone, al solo fine di non partire con il piede sbagliato che molto altro danno causerebbe alla nostra martoriata Città.

Facciamo quindi appello al senso di responsabilità di tutti

nella convinzione che un pugno di persone non possono ipotecare da soli l’armoniosa visione della nostra Città per i prossimi 15 – 20 anni.

…………………… lavoriamo insieme per costruire un nuovo futuro.

                                                                                 

                                                                                  Il coordinamento cittadino

                                                                                     LeAli per SanterAmo

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*