25/11/2017 07:03
OGGI “NOI CON SALVINI”. MA PRIMA, ANCORA IL PD.

OGGI “NOI CON SALVINI”. MA PRIMA, ANCORA IL PD.

Per il PD comunicato da “maggioranza bulgara”. “Noi con Salvini” scarsa compattezza del gruppo.

 

Questa settimana se ne andrà così. Non ci si riferisce al bel tempo che ha salvato l’arrangiata festa patronale, bensì alla lettura dei risultati elettorali delle regionali a Santeramo. Oggi è la volta della lista “Noi con Salvini”. A seguire, Forza Italia e Fitto; infine, Movimento 5 Stelle. Partiamo da un dato generale. Almeno fino a questo momento, nessuna forza politica in competizione ha diramato comunicati sull’analisi del voto. Lo ha fatto sinora solo il PD con un manifesto dinanzi alla propria sede con il quale esulta per il risultato “da maggioranza bulgara” conseguito quando nei fatti, calcolatrice alla mano, non ha raggiunto nemmeno il 10%. Non una parola del partito di Renzi sull’ex PD, invece, che ha vinto il braccio di ferro con la attuale leadership politica e amministrativa per aver conferito a Mario Loizzo 589 preferenze che “gridano vendetta”. E, forse, vendetta sarà. Beh, che volete? Loro sono fatti così. Vogliono vendere per successo la loro disfatta. “Noi con Salvini” a Santeramo ha ottenuto 797 voti, pari al 7,16%. Un buon risultato rispetto al 2,29% conseguito a livello regionale. Delle 797 preferenze, l’Avv. Fabio Bagnulo ne ha ottenuto 504. Tutto sommato, credo, che abbia fatto una bella esperienza che gli potrà servire per il futuro. Strana una cosa, però. Ben 293 preferenze, pari a circa il 37%, ha deciso di non votarlo. Anzi 93 preferenze delle 293 sono state appannaggio di altri candidati di cui ben 80 a Mattia Giuseppe. Segno evidente di scarsa compattezza del gruppo. Letta in chiave amministrativa, questo risultato è un disastro. Il caro amico Giovanni Riviello, guru del movimento, che nelle elezioni amministrative del 2012 non raggiunse il ballottaggio per la carica di Sindaco di Santeramo pur avendo ottenuto un onorevole 21,12%, sa bene che con 797 preferenze, o anche con mille, non si va da nessuna parte. Con questi spiccioli, non si entra nemmeno in Consiglio Comunale. E con questa percentuale regionale, “Noi con Salvini” farà solo da comparsa anche se le amministrative sono altra minestra. Tanto per dire una cosa molto elementare: da soli non si va da nessuna parte. Meglio in compagnia. Il risultato regionale della Liguria insegna. Giacché Giovanni è l’unico consigliere comunale purosangue del centro destra santermano ed ha sufficiente intelligenza politica per comprenderlo, c’è da immaginare che tanti suoi amici d’area sperano che finisca di fare e di pensare le cose da solo e che inizi a tessere pazientemente leali intese politiche per essere competitivo nel 2017 quando Santeramo eleggerà il nuovo Sindaco.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*