19/08/2018 00:17
NON E’ TUTTO ERBA QUELLA CHE VERDEGGIA

NON E’ TUTTO ERBA QUELLA CHE VERDEGGIA

Da una parte il maleodorante e pericoloso guano, dall’altra il profumo dei fiori.

La villa comunale, finalmente, è rientrata nell’interesse dell’Amministrazione Comunale. Ne diamo pubblico atto ai consiglieri comunali Bosco Antonio, Cecca Gabriele, Conversa Domenico, Fraccalviari Filippo, Girardi Pietro, Labarile Luigi, Putignano Marcello, Sampaolo Fabio e Stasolla Vito, insieme al presidente del Consiglio Comunale Ubaldo Manicone e al sindaco Michele D’Ambrosio. Le aiuole si stanno rivestendo di verde e all’interno di esse sono state messe a dimora un po’ di piantine di fiori in stile primaverile. Poi in una aiuola è stata creata una spalliera e su di essa è stato “scritto” con altre piantine “Benvenuti a Santeramo”. Riprodotto in fiori anche il gonfalone della Città. Tutto Bello. Davvero. Era ora che si eseguissero questi lavori di rigenerazione. Gli ultimi lavori più o meno di questo genere furono eseguiti quattro anni orsono quando diversi attivisti del Partito Democratico, sull’onda dell’entusiasmo della vittoria di D’Ambrosio a sindaco di Santeramo, rivestirono i panni di novelli giardinieri. Poi più nulla.

Per la imminente festa di Sant’Erasmo, quindi, santermani e forestieri, passando dalla villa, potranno ammirare i lavori eseguiti.

Il nostro invito, però, è di intrattenersi soltanto sul viale parallelo alla strada che conduce a Corso Italia e non solo. Supplichiamo di non gironzolare tra le aiuole per non imbattersi in schifose sorprese. La foto documenta una zona centrale della villa dove il guano dei volatili continua a depositarsi in maniera copiosa per terra e sulle panchine. Anche in altre zone della villa, idem. Alle spalle di questa schifezza, si nota un piccolo rondò di fiori. Da questa parte il maleodorante e pericoloso guano, dall’altra il profumo dei fiori. Ci fermiamo qui. Anzi, una proposta o, meglio, una doverosa richiesta.

Perché i consiglieri comunali Bosco Antonio, Cecca Gabriele, Conversa Domenico, Fraccalviari Filippo, Girardi Pietro, Labarile Luigi, Putignano Marcello, Sampaolo Fabio e Stasolla Vito, insieme al presidente del Consiglio Comunale Ubaldo Manicone e al sindaco Michele D’Ambrosio, animati come lo furono quattro anni fa, non tornano a rivestire i panni di giardinieri? Questa volta, però, non da novelli ma da volontari stagionati. Se non lo faranno è perché non hanno più l’entusiasmo di quattro anni orsono.

 

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.