20/11/2017 21:59
NON C’E’ DUE SENZA TRE.  IL SINDACO NON HA LA MAGGIORANZA.

NON C’E’ DUE SENZA TRE. IL SINDACO NON HA LA MAGGIORANZA.

Riceviamo e volentieri pubblichiamo. 

Per la terza volta in poco più di un mese il Sindaco di Santeramo Michele D’Ambrosio si è visto mancare il numero legale per la validità della seduta del Consiglio Comunale odierno. Il logorio della maggioranza del Sindaco è ormai sotto gli occhi della città e ciononostante assistiamo ad una mancanza di rispetto per le istituzioni, oltre che verso i cittadini e l’intera comunità. La risposta e la soluzione è una sola: che siano dimissioni o sfiducia dei consiglieri di maggioranza, il fine non può che essere il “ritorno a casa” di questa amministrazione. Nella storia repubblicana di Santeramo non si era mai assistiti ad una simile situazione. Per ben tre volte questa amministrazione “sgangherata” non è più in grado di avere i numeri, nonostante le costanti autocelebrazioni che il primo cittadino continua a diffondere attraverso i canali social. L’amministrazione non ha più una guida e non ha più i numeri in grado di garantire una maggioranza. La capoticità del Sindaco è, evidentemente, cattiva consigliera: il garbo istituzionale, l’umiltà ed il rispetto dei cittadini e la democrazia avrebbe dovuto imporre già al secondo episodio della mancanza del numero legale (che si ricorda essere avvenuto a distanza di pochi giorni dal primo) le dimissioni del primo cittadino e la presentazione alla prossima assise da dimissionario per chiedere la fiducia. Tuttavia l’abitudine alla ostinazione e all’incapacità di questa Amministrazione non può più essere tollerata perché l’assuefazione non ci appartiene. Sono oltre quattro anni che all’opposizione lottiamo contro i provvedimenti scellerati adottati a colpi di maggioranza che hanno dimostrato solo una totale incapacità. Siamo sempre stati, lo siamo e lo saremo al fianco della gente e dei cittadini, vessati da scelte politiche dannose, prive di senso che hanno sperperato il danaro dei contribuenti santeramani ed hanno finito per vessare gli stessi con tassazioni da record. Oggi per senso di responsabilità, come opposizione, abbiamo garantito di mantenere il numero legale per l’approvazione i debiti fuori bilancio, cioè quelli relativi alle sentenze di condanna verso il comune che erano orami esecutive, per cui un rinvio avrebbe solo aggravato di ulteriori costi ed oneri la collettività. Inoltre, abbiamo garantito l’approvazione della variazione delle norme tecniche di attuazione che garantisce alla città la possibilità di avere l’abitabilità e l’agibilità anche ai piani terra degli edifici, e quindi norme utili per le persone anziane con difficoltà di deambulazione che avranno la possibilità di avere (finalmente!!) l’abitabilità. Tanto non significa chiedere all’opposizione di “tirare le castagne dal fuoco” ad una maggioranza dilaniata da intrighi, litigi e guerra tra bande e fazioni. Lo scenario della maggioranza, infatti, è inquietante: da una parte assistiamo a tre consiglieri (Conversa, Stasolla e Bosco) che per tre consigli consecutivi sono stati assenti e che, evidentemente, stanno dimostrando con i fatti di non avere più fiducia nel Sindaco. Questo pomeriggio si è consumata anche l’ennesima guerra del partito del Sindaco: ed infatti il numero legale è venuto a mancare per la fuoriuscita dall’aula consiliare, insieme all’opposizione, dei consiglieri del PD (partito del Sindaco) tra cui proprio il Neo Segretario cittadino del partito (Putignano). Tanto dimostra e avvalora quei “rumors” che serpeggiano da tempo per cui anche all’interno del PD ci sarebbe una frangia che si starebbe schierando contro il primo cittadino. L’opposizione ha reagito ancora una volta in maniera coesa ed il movimento Noi con Salvini, unitamente ad éPolitic@, si sono sempre fatti promotori e da collante all’interno dell’opposizione per dare una guida decisa e ferma per l’intera opposizione. Viceversa dall’altra parte non vi sono argomenti che possano più tenere unita la maggioranza che, se fino a ieri sembrerebbe aver risposto a “dictat”, oggi il Sindaco conta neppure sulle dita di una mano i suoi “pretoriani”.  E’ giunto il momento di dire BASTA e di risvegliare le coscienze dei cittadini difronte a tali gravissimi.episodi.  E’ giunto il momento che i consiglieri di maggioranza “gettino la maschera”, quantomeno per senso di responsabilità.

Noi Ci Siamo – Noi con Salvini  – èpolitic@ per Santeramo-

Il Consigliere Comunale                                                  Il segretario Noi con Salvini Santeramo

Avv. Giovanni Riviello                                                    Avv Fabio Bagnulo

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*