21/09/2019 21:40
Murgia tra Appia antica e Tratturi “ Storia Tradizione e Proposte di Valorizzazione

Murgia tra Appia antica e Tratturi “ Storia Tradizione e Proposte di Valorizzazione

“Murgia tra Appia antica e Tratturi “ Storia Tradizione e Proposte di Valorizzazione  . Di questo si parlerà  nella due giorni dedicata alla  Murgia.L’Amministrazione Comunale  insieme al Parco Nazionale Dell’Alta Murgia ha programmato  due Giornate di Studio .Un fine  settimana ,venerdì 12 e sabato 13 aprile,  incentrato  sulla  straordinaria peculiarità di un lembo del territorio murgiano, l’antica Via Appia.  La via Appia Antica, Regina Viarum, arteria di collegamento di circa 540 chilometri tra Roma e Brindisi. Oggi sinonimo di bellezza paesaggistica,  terra di testimonianze storiche uniche. Patrimonio universale  che   va riconosciuto come  patrimonio Unesco .  Due giornate di studio   ,proprio all’indomani   dell’intervento in parlamento  del deputato  5 stelle Nunzio Angiola  ,  nel quale  ha   ribadito   l’importanza  del riconoscimento della via Appia antica a Patrimonio Unesco,   per richiamare l’importanza di proseguire nella valorizzazione dell’antico tracciato viario. <<Quel  tratto della Via Appia  che corre tra gli attuali centri di Gravina e Taranto  ben identificabile, anche perché è stato ripreso in gran parte, a partire dal Medioevo, dal tratturo Melfi-Castellaneta. –  afferma  Nunzio Angiola-Questo tratturo che attraversava gli attuali territori di Spinazzola , Gravina, Altamura ,Matera, Santeramo in Colle  e Laterza . Importanti località, che ancora oggi conservano la loro importanza, sono lambite dalla via Appia tra Gravina e Laterza, passando per Altamura e Santeramo. Un legame indissolubile poi, proprio  con Santeramo poiché  è  dalla via Appia   che arrivò, da Brindisi, il suo  santo protettore Sant’Erasmo.E  che secondo un’ antica leggenda si riposò su quell’antico  “ Chiancone”, testimonianza che   evoca  l’ingresso del  Santo Patrono a Santeramo. Si comincia  venerdì  12 aprile alle ore 17 a Palazzo Marchesale con i saluti Istituzionali   del Prof. Fabrizio Baldassare Sindaco di Santeramo in Colle e  del dott. Cesareo Troia Vice presidente Parco Nazionale dell’Alta Murgia. Intervengono  la dott.ssa Costanza Moreo – Dirigente Sez. Demanio e Parco Tratturi – Regione Puglia,il dott. Luigi La Rocca – Soprintendente archeologia, belle arti e paesaggio Bari, l’arch. Michele Massaro – Esperto di sostenibilità e Apicoltor e  l’on. Michele Nitti – Camera dei Deputati Commissione Cultura. Le conclusioni sono affidate all’on. Nunzio Angiola – Camera dei Deputati Commissione Bilancio. A moderare il convegno la giornalista Anna Larato. Al termine degustazione di prodotti tipici. Nella giornata conclusiva, sabato  13 aprile i lavori riprendono   con una interessantissima escursione . Alle ore 9  raduno largo Convento Santeramo (servizio navetta),9.30 Vvsita Masseria Jesce, stazione di Posta dell’Appia Antica, con Donato Laborante,alle 11.00 escursione Murgia Catena con Domenico Porfido alle 13 Visita aTenuta Viglione  , azienda vitivinicola sull’antica via Appia con degustazione prodotti tipici.Per informazioni e prenotazioni escursione cell 3471508524 (Possibilità di navetta anche da Altamura e Gravina previa prenotazione)

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.