24/11/2017 12:22
LUNEDI’ CONSIGLIO COMUNALE. SI ADOTTA IL PUG.

LUNEDI’ CONSIGLIO COMUNALE. SI ADOTTA IL PUG.

Nel bene o nel male sui diciassette componenti pesa la responsabilità di adottare uno strumento che può contribuire al risveglio di una Città da troppo tempo in letargo sotto ogni aspetto.

 

Lunedì 19 gennaio torna a riunirsi per la prima volta nel 2015 il Consiglio Comunale di Santeramo in Colle. Quattordici gli argomenti iscritti all’ordine del giorno dei quali ben undici rivenienti dalla seduta del 31 dicembre e che riguardano il riconoscimento di debiti fuori bilancio e la discussione di alcune interpellanze tra le quali la costituzione di una commissione per la mensa scolastica, la situazione relativa all’ex presenza di cani randagi in Contrada Varallo per la quale il Consiglio sarà impegnato a riconoscere la spesa sostenuta a seguito del sequestro preventivo eseguito e, infine, la proposta per la realizzazione di un centro di pronta accoglienza comunitaria per adulti a ciclo continuativo. Ma l’argomento clou della seduta di lunedì sarà l’adozione del Piano Urbanistico Generale che, se redatto bene, darà un concreto contributo per la ripresa economica – e non solo economica – della nostra Città. A questo proposito c’è da rilevare che non è stata organizzata nessuna pubblica iniziativa preventiva all’adozione chiamando a raccolta la Cittadinanza e le categorie professionali anche per saggiare la competenza politica del neo Assessore all’Urbanistica Ing. Lorenzo Perniola nonché le rappresentanze delle associazioni sociali e culturali. Trattandosi di uno strumento molto importante sarebbe auspicabile che il PUG fosse adottato non dalla solita maggio-minoranza di sette – otto componenti il Consiglio ma, minimo, da una maggioranza qualificata anche con il coinvolgimento alla luce del sole dei consiglieri di opposizione. Così come sarebbe un atto di grande responsabilità nei confronti dei cittadini vedere pieni, dopo molti mesi, i seggi dei consiglieri di maggioranza. Se vi sono tra questi consiglieri comunali che dissentano, lo facciano apertamente. Saranno invisi ai colleghi attaccati alla gonna della disfatta maggioranza di centro sinistra ma saranno considerati eroi agli occhi e al cuore dei Cittadini. Ed è quello che più vale che occupare in maniera anonima la sedia loro riservata in Consiglio. Per queste brevissime considerazioni, la seduta di lunedì è di straordinaria importanza. Sui diciassette componenti del Consiglio, nel bene o nel male, pesa la gravosa responsabilità di adottare uno strumento che può contribuire al risveglio di una Città da troppo tempo in letargo sotto ogni aspetto. Sarebbe pure interessante che tutti i consiglieri prendessero la parola per dimostrare ai cittadini di aver compreso l’impostazione del PUG. Secondo me, pochissimi, Gli altri sono destinati ad alzare soltanto la mano.

 

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*