25/11/2017 10:43
LO SFOGO DI ALCUNI CITTADINI CONTRO IL SINDACO D’AMBROSIO

LO SFOGO DI ALCUNI CITTADINI CONTRO IL SINDACO D’AMBROSIO

Santeramo questa mattina si è svegliata con centinaia di manifesti affissi sui muri contenenti pesanti accuse al primo cittadino.

Non è una buona immagine quella del manifesto affisso questa notte sui muri del nostro povero comune a opera di ignoti. Nessuno saprà mai quanto di vero ci sia in quelle frasi scomode scritte da chi è ormai stufo di un degrado sociale che avanza a dismisura e che sta facendo di Santeramo un paese in balia di evidenti disastri di ogni genere.

Duole, e non poco, assistere a questa evidente rottura tra il Sindaco e la sua gente, quella che lui pensa di ben amministrare. Beh almeno così fa credere.
Non ci vuole molto a comprendere che quando il malcontento prende le pieghe alle quali stiamo assistendo bisognerebbe iniziare a preoccuparsi, dal sindaco per primo. E anziché precipitarsi con l’ausilio di una task-force a rimuovere i manifesti dai muri di Santeramo sarebbe stato più utile che il prof. D’Ambrosio si fosse posto alcune domande alle quali solo lui sarebbe in grado di darsi le risposte più giuste.

Di seguito il manifesto affisso che abbiamo deciso di non commentare.

manifesto sindaco

L’immagine del manifesto affisso sui muri di Santeramo nella notte tra il 18 e 19 giugno 2015 a opera di ignoti

.

12 commenti

  1. Tante le voci che in questi giorni circolavano a Santeramo, compresa quella che le figlie erano state assunte da Natuzzi. Ci siamo informati e in onore della verità bisogna dire che la figlia grande e la figlia piccola…NON LAVORANO.
    Diverso è il discorso politico…se il sindaco fosse più aperto al colloquio, se usasse i mezzi di comunicazione e non li avesse oscurati, se rispondesse alle tante domande che gli pongono i cittadini, se convocasse più spesso un Consiglio Comunale, se rispondesse ai tanti dubbi in una conferenza pubblica, forse non si sarebbe arrivati a questo punto.

  2. La comparsa di questo manifesto dimostra che nell’aria serpeggia un malcontento e un disgusto generale verso questo sindaco e amministrazione.
    Credo, che a questo punto, anche Emiliano dovrà prendere le giuste distanze da questo sindaco, se non vorrà compromettere da subito la sua nuova carica di Governatore.

  3. Questo manifesto tocca solo alcuni temi scandalosi di questa amministrazione D’Ambrosio.
    Ricordiamo ancora: Cinema Pixel, Appalto Mensa Scolasica, Centro Pronta Accoglienza, Gara Biblioteca, ecc.. ecc..ecc..e da ultimo nulla è dato sapere se ha contratto un MUTUO ventennale di 150 milaeuro per Ristrutturare la Palestra Istit.Balilla.
    Con questa cifra, e con gli interessi da pagare, si potrebbe costruire una Mega Palestra ExNovo, no una RISTRUTTURAZIONE!!!
    Ma altra “MELMA” è in arrivo e vi faremo sapere.
    Ringraziando sempre l’ospitalità di santeramo.it che non censura i commenti, a differenza del nostro democratico sindaco che ha OSCURATO L’INFORMAZIONE e dalla sua pag.fb cancella tutti i commenti a lui non graditi.

  4. Partiamo da un presupposto, non ho votato l’attuale Sindaco.

    In ogni caso, l’attuale Sindaco non ha fatto altro che fare quello che tutti in passato ed in futuro hanno fatto e faranno. Guardiamo in faccia alla realta’ e cerchiamo di essere meno ipocriti, voi che avete lasciato questi commenti, non avreste fatto lo stesso? Purtroppo qui la vita e’ questa…….raggiungere i piani alti in politica, sistemare e sistemarsi….questa e’ la cultura che noi abbiamo, dai piccoli Comuni agli alti vertici a Roma.

    Cambiare il sistema sara’ arduo…provarci va bene…ma credo che come si suol dire…morto un papa se ne fa un’altro…quindi…chi verra’ dopo di lui…fara’ lo stesso.

    • L’IPOCRITA è LEI e parli per se stesso.
      In passato ci sono stati amministratori disonesti, ma anche persone ONESTE, come mi ritengo IO che faccio commenti. Sono le persone come lei, che rappresentano il CANCRO della nostra società, convinte che tutti rubano e quelli che verranno continueranno a rubare.
      Ed è per questo motivo che nulla cambia in questo schifo di Paese, perchè lei asseconda la CULTURA del RUBARE ed ne è pure compiaciuto, perchè crede di aver capito tutto.
      Con persone come lei nulla cambierà!!!
      Stia bene Giovanni, e non si canditi in politica, perchè sapremmo già cosa farà!!

      • Non capisco perche’ si scalda cosi’ tanto e si sente cosi’ toccato? Scrivendo a lettere maiuscole come se stesse parlando ad un imbecille.
        Ho solo detto che questa e’ la realta’, non ho detto che mi piace, non ho mai detto che mi candiderei in politica, e non ho mai detto di capire tutto. So soltanto che quello che ho scritto e’ la realta’ che si evince ogni giorno ed ovunque, ed averlo scritto non fa di me un disonesto.
        Auguro il meglio per questo Paese, sia ben chiaro, ma sono sicuro che dietro la maggior parte di coloro che scrive commenti ( e non ho mai indicato il suo nome, che spero possa diventare un nome reale un giorno invece di un vecchio e noto spot televisivo ) si nascondono persone che avrebbero fatto lo stesso e siccome sono nascosti dietro una tastiera, si fanno grandi.
        Il mio e’ solo un banale commento, un mio pensiero che non ha offeso nessuno o meglio la parte onesta del popolo, poi come lei spegnero’ il computer, andro’ a cena e faro’ la mia vita regolare come tutte le persone fanno, quindi, le chiedo per cortesia, di non scaldarsi troppo, e di nonj prendere sul personale i commenti…che rimarranno solo e soltanto commenti.

  5. Caro Mario Digregorio, ti diamo merito di aver divulgato questa notizia, mentre altre testate ancora tacciono….chissa prechè!! Però non puoi scrivere:
    “Nessuno saprà mai quanto di vero ci sia in quelle frasi…”
    Non dobbiamo far calare il silenzio su questa e altre storie, come uso e costume del nostro sindaco, ma dobbiamo impegnarci TUTTi, STAMPA, FORZE POLITICHE E CITTADINI, perchè i fatti denunciati sono GRAVISSIMI, e pretendiamo sapere la VERITA?
    Grazie.

    • Caro Paolo, noi facciamo semplicemente il nostro lavoro. A volte difficile, a volte pericoloso a volte frainteso. Lo facciamo semplicemente raccontanto la verità, quello che accade e quello che tutti vorrebbero raccontare. Ci interessa molto poco quello che fanno gli altri. Se alle scorse elezioni questo nostro modo di essere lo avesse capito qualche santermano in più, senza farsi condizionare da alcuni imbecilli, oggi non saremmo in queste condizioni. E non abbiamo ancora toccato il fondo. Vienici a trovare quando vuoi. Nel giornalismo vige l’obbligo del segreto professionale…

  6. Ecco a cosa servivano gli incontri notturni con Emiliano, no per parlare dei problemi dei lavoratori Natuzzi, ma per creare nuovi POSTI di LAVORO per i FAMIGLIARI più STRETTI!!!
    Come avevo preannunciato in un altro commento….dicendo che il Tempo sarà Galantuomo!!
    Quel tempo è arrivato e ORA FUORI TUTTA LA VERITA’

  7. Un gesto del genere non si era mai verificato a Santeramo, nemmeno con amministrazioni peggiori di questa!!

    Evidentemente i santermani hanno capito che non si governa un paese con STRAFOTTENZA, MENZOGNE, BECERISMO e mancanza assoluta di DEMOCRAZIA!!
    E quando questi atti sono perpetrati da un “uomo di chiesa” assumono una valenza più VERGOGNOSA!!!
    Il sindaco deve prendere atto che i cittadini hanno capito “TUTTO” e deve dare immediatamente:
    LE DIMISSIONI

    • SimpatizzanteM5S

      Troppo comodo dare le dimissioni e sparire. Deve CHIARIRE e RENDERE CONTO di TUTTO.
      Deve finirla con i suoi BECERI PROCLAMI, è ora che si metta da parte e cominci a chiarire e se non lo fa, stia attento perchè STIAMO ARRIVANDO e il PENTOLONE del COMUNE sarà SCOPERCHIATO.
      CHI HA SBAGLIATO DEVE PAGARE.

      • GiovanniPorfido

        Sarebbe auspicabile, una volta scoperchiato il pentolone, che il primo ad essere beccato con il topolino in bocca venga spedito in galera!! Forse cosi si metterebbe fine al quella usanza per tutti rubano e tutti si fanno i comodi propri. E dopo la galera sicuramente molti ci penseranno 4 volte prima di fare Politica per scopo di lucro.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*