24/11/2017 12:25
L’IMMONDIZIA DA’ IL BENVENUTO A SANTERAMO

L’IMMONDIZIA DA’ IL BENVENUTO A SANTERAMO

Spettacolo indegno alle porte del nostro paese. Montagne di spazzatura su via Matera

Percorriamo la strada che dalla capitale della Cultura porta a Santeramo e veniamo accolti dal “Benvenuti a Santeramo in Colle, gemellato con Formia, Bulach, Bad Sackingen” , ma qualche metro dopo abbiamo l’impressione che tra le città gemellate ne manca una: Napoli Forcella.
All’ingresso del paese, due cassonetti traboccanti di immondizia, lungo il ciglio della strada cumuli di spazzatura e un odore nauseabondo: è uno spettacolo indegno. A finire sotto accusa un’ordinanza sindacale che vieta il conferimento dei rifiuti nei giorni festivi e quindi il sabato e la domenica. I cittadini a conoscenza si possono contare sulle dita di una mano. Ma in aggiunta all’assenza di una campagna di comunicazione e sensibilizzazione, c’è un servizio di raccolta dei rifiuti che non può essere soppresso nei giorni festivi costringendo la gente a conservare i propri sacchetti della spazzatura in casa con le alte temperature di questi giorni. E dopo aver già pagato profumatamente la Tasi. Altrimenti, a fronte di un servizio reso a singhiozzo, non sarebbe corretto  nei confronti dei cittadini-contribuenti rivedere anche il balzello della Tasi?
Per ora l’unica certezza che abbiamo è che anche nei prossimi giorni Santeramo si sveglierà il lunedì con montagne d’immondizia tra “le  scatole”.

Un commento

  1. giuseppe molinari

    cosa aspettano i cittadini? quando scenderanno in piazza? se vuoi qualcosa devi muoverti per prenderla.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*