12/12/2017 22:24
L’AMMISSIONE DEL “NOSTRO” DOMINGO

L’AMMISSIONE DEL “NOSTRO” DOMINGO

Dalle ore 19.30 di domenica 17 settembre anche la nostra redazione, attraverso le dirette televisiva e streaming, seguirà la Celebrazione Eucaristica presieduta da Sua Eccellenza Reverendissima Monsignor Giovanni Ricchiuti (Arcivescovo-Vescovo di Altamura-Gravina-Acquaviva delle Fonti) nella Chiesa Madre Parrocchia “Sant’Erasmo” di Santeramo in Colle. Ma per questa prossima domenica con una motivazione in più. Perché seguiremo con attenzione e affetto  il rito di Ammissione tra i candidati all’Ordine Sacro del Diaconato e del Presbiterato di un nostro giovane santermano, Domenico Ariano. Ci permettiamo di chiamarlo il “nostro” Domingo (e lui sorride a tale attributo che sa di possesso quasi familiare) poiché è un ragazzo conosciuto non solo nelle sacrestie e sui sagrati ma anche nelle discussioni trasversali del nostro vivere civico. Parlare con lui è un vero piacere. E ben ricordano i nostri lettori i suoi intelligenti, acuti, ironici e temerari articoli che animavano diversi numeri passati del periodico “Il Colle”.

È con un tale ricordo vivo, arricchito altresì da un’amicizia tuttora presente, che noi vogliamo fare uno dei migliori auguri a Domingo, in questo prossimo primo ed ufficiale passo, che assume i toni di una “promessa” e le sfumature di un “fidanzamento”, verso la meta del ministero presbiterale: possa essere un fedele discepolo del messaggio di Cristo senza mai tirarsi indietro di fronte alle lotte di giustizia, di verità, di pace che lo sfideranno nel suo avvenire; possa avere spalle fortificate dal servizio e non rese gobbe dall’autoreferenzialità; possa sempre conservare quel sorriso che lo contraddistingue, unitamente alla capacità di ascolto profondo, di dialogo sincero ed anche di un sano spirito agonistico nelle battaglie che la sua vita gli riserverà.

La Comunità Parrocchiale di origine ha in programma anche una veglia di preghiera vocazionale, proprio per accompagnare e sostenere questo ragazzo della nostra terra: in Chiesa Madre, sabato 16 settembre, alle ore 20.00.

Da parte nostra, continuiamo a seguire questo giovane nel suo cammino di formazione umana, spirituale, vocazionale: un percorso che prosegue, ma che fra qualche giorno avrà già un riconoscimento formale della Chiesa. Non possiamo non trattenerci nel condividere questa notizia come nemmeno non riusciamo a non affermare la speranza dei nostri sguardi quando nell’istituzione ecclesiale ci sono giovani di questo calibro che fanno germogliare un loro “sì”.

Auguri di perseverante maturazione, Domingo!

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*