23/11/2017 02:46
LA NUOVA GEOPOLITICA DELLA MAGGIORANZA

LA NUOVA GEOPOLITICA DELLA MAGGIORANZA

Dopo aver attraversato indenne il passaggio della richiesta di sfiducia avanzata dall’opposizione, la maggioranza di centro sinistra ha cambiato conformazione.

 

Con l’attribuzione della delega di Vice Sindaco all’Assessore Michele Cardascia si è conclusa la via crucis della lunga verifica politica all’interno del centrosinistra dopo aver attraversato indenne il passaggio della richiesta di sfiducia avanzata dall’opposizione e discussa nella seduta consiliare del 13 febbraio scorso. In conseguenza del cambio di casacca da parte di diversi consiglieri comunali all’interno della maggioranza, la nuova geopolitica della maggioranza ha cambiato decisamente conformazione rispetto al giorno dell’insediamento avvenuto a giugno 2012. Vediamola. Il Sel con due consiglieri comunali ha il Vice Sindaco Michele Cardascia con delega assessorile all’Ambiente e il Presidente del Consiglio. Il Gruppo Misto con tre consiglieri è rappresentato in Giunta dal solo Gioacchino Maiullari. Il Pd pure con due consiglieri ha solo Gianni Sportelli, assessore di peso che vale mezzo Comune in quanto titolare di ben otto deleghe importanti: Matera 2019, le politiche per la promozione delle Culture e del Territorio, Sport, Pubblica Istruzione, Trasparenza e Partecipazione, Attuazione del Programma, Programmazione Strategica, Innovazione Tecnologica e Fondi Europei. “Per Santeramo”, la formazione costituitasi molto recentemente per iniziativa di due consiglieri ex pentadissidenti ha in Giunta il neo Assessore Giuseppe Leo. Infine, l’Udc con un solo consigliere è rappresentata nell’esecutivo dall’Assessora Tina Cacciapaglia. Dai soliti spifferi delle finestre del Palazzo sembra però che la partita non è ancora completamente chiusa. Il neo Vice Sindaco Cardascia sarebbe a tempo. Tra un anno dovrebbe scendere dal secondo gradino del podio per lasciarlo al rappresentante dell’Udc. Conversa sarebbe in partenza per il Gal Terre di Murgia e Putignano si appresterebbe a fare il nome dell’annunciato economy manager nella persona di un suo strettissimo familiare. Di Cecca non si sa ancora nulla ma non tarderà tempo per intuirlo. Sinora le spifferate previsioni sono state sempre azzeccate. Lo saranno anche adesso?

 

 

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*