18/02/2019 08:54
LA BCC DI SANTERAMO IN COLLE TRA LE BANCHE PIU’ SICURE D’ITALIA

LA BCC DI SANTERAMO IN COLLE TRA LE BANCHE PIU’ SICURE D’ITALIA

Quali sono le migliori banche italiane e il rating degli istituti più sicuri in Italia? 

Tra le domande più frequenti che gli abitanti italiani si pongono troviamo quella sullo stato di sicurezza della propria banca e di tutto il settore finanziario: l’attenzione al risparmio si fa sempre più frequente e l’italiano vuole sentirsi al sicuro se si parla di banca.

Per l’abitante italiano il rapporto di fiducia con la propria banca, infatti, è molto importante ed è per questo che tra le ricerche più effettuate sulle banche si dà priorità al suo stato di salute. Questa sempre più importante ricerca ha portato diversi istituti a stilare la classifica delle banche più sicure d’Italia, che è consultabile su sito money.it.

Sono stati effettuati degli studi approfonditi per definire quali sono le banche più sicure del nostro Paese, tenendo conto di diversi parametri, primo su tutti la quantità di crediti deteriorati che l’istituto ha in bilancio, ovvero di tutti quei prestiti che le banche hanno concesso ma che i debitori non riescono a ripagare.

 

«Siamo soddisfatti per questo riconoscimento per il nostro istituto di Credito» – afferma il Presidente della BCC di Santeramo,
Dott. Costante Leone.

«Ancora una volta la solidità della nostra Banca si manifesta e raggiunge standard di elevato tenore nazionale.
È questo un premio per tutti noi, per i nostri soci, per i nostri clienti e per tutti coloro che quotidianamente credono nella nostra squadra sempre più capillare nel territorio, che vedrà l’apertura di una nuova filiale nella prossima primavera.
Questo è un altro fulgido esempio di come la crescita la si possa ottenere solo con solide basi».

 

Classifica delle banche più sicure d’Italia 

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.