12/12/2017 22:37
LA BCC DI SANTERAMO APRE A BISCEGLIE LA DECIMA FILIALE

LA BCC DI SANTERAMO APRE A BISCEGLIE LA DECIMA FILIALE

La BCC di Santeramo in Colle apre la decima filiale a Bisceglie ed entra per la prima volta nella provincia di Barletta, Andria e Trani.

L’inaugurazione in via Cavour 140-144 a Bisceglie è prevista sabato 2 dicembre alle 19 alla presenza del presidente, Costante Leone, dei membri del Cda e da altri rappresentanti locali.

Continua così il percorso di radicamento dell’istituto di credito sul territorio caratterizzato da un’interessante vivacità imprenditoriale, soprattutto per le pmi agricole, artigiane e del terziario ma con un focus su famiglie, giovani e pensionati.

Nata nel territorio murgiano il 15 dicembre 1957, la BCC di Santeramo, con la nuova filiale si appresta a svolgere la propria attività a favore delle attività legate alla pesca e al turismo marino. Lo sportello di Bisceglie si aggiunge agli altri con cui la Banca è presente nelle provincie di Bari, Taranto e BAT oltre ad essere presente in Basilicata a Matera. Con Bisceglie la banca prosegue la strategia avviata tempo fa muovendo dalla filiale di Ruvo di Puglia, cui ha fatto seguito quella di Corato, allo scopo di inserirsi in un territorio poco presidiato da altri istituti di credito.

Le filiali di Ruvo e Corato presentano masse intermediate per oltre 84 milioni di euro. Buonissimi i risultati conseguiti a settembre dalla BCC di Santeramo: la raccolta è aumentata del 7,6% (rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso) attestandosi a 450 milioni di euro; gli impieghi sono cresciuti del 6,1 % raggiungendo quota 278 milioni di euro, i fondi propri sono stati circa 68 milioni di euro e il CET 1 ( che misura lo stato di salute della Banca), infine, è risultato in aumento e pari al 31,69% collocando l’istituto ai vertici delle graduatorie nazionali con un requisito patrimoniale superiore alla soglia prevista dalla normativa di vigilanza.

In conclusione l’istituto, il territorio e l’economia locale sono strettamente legati tra loro e questo legame rappresenta il principale vantaggio competitivo per la BCC di Santeramo ed un’importante fonte di ricchezza per le imprese e le famiglie attive nel territorio di competenza.

*Focus Finanza & Sviluppo (Gazzetta del Mezzogiorno – 28 novembre 2017)

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*