21/11/2017 03:32
ISTITUITA A SANTERAMO LA ZONA A TRAFFICO LIMITATO

ISTITUITA A SANTERAMO LA ZONA A TRAFFICO LIMITATO

In allegato il regolamento e la planimetria.

Con delibera n. 173 del 30 agosto 2016, adottata da tutti i componenti la Giunta Comunale, è stata istituita a Santeramo la zona a traffico limitato. Ci pare opportuno sottolineare che questa delibera è stata adottata da tutti gli amministratori per evitare che qualche assessore dica in giro, come ha già fatto altre volte, di non essere stato d’accordo. Sarà una bugia. E di bugie, la nostra città è lastricata.

Lo stesso dicasi per i consiglieri di maggioranza Bosco Antonio, Cecca Gabriele, Conversa Domenico, Fraccalvieri Filippo, Girardi Pietro, Labarile Luigi, Putignano Marcello, Sampaolo Fabio e Stasolla Vito, nonché per lo stipendiato presidente del Consiglio Comunale Ubaldo Manicone, tutti allineati, coperti e sugli attenti all’assunzione di decisioni così importanti e stravaganti che cascano sulla loro testa senza nulla sapere. Lasciando ai nostri affezionati amici la lettura del regolamento e il commento sulla esagerata planimetria della ztl che va ben oltre l’autentico centro storico cittadino, evidenzio a caldo tre sole brevi riflessioni:

  1. Decidere o non decidere su uno stravolgimento così significativo per tutta la città di Santeramo e la sua mobilità, non doveva essere il risultato finale di un confronto aperto con la cittadinanza e le attività economiche?
  2. E’ mai possibile che un gruppo di uomini che in questi quattro anni ed oltre hanno dimostrato di essere culturalmente e politicamente incapaci di guidare proficuamente la nostra città, si può permettere il lusso di adottare simile provvedimento senza avvalersi dello studio di Tecnici a tanto abilitati?
  3. Non sarebbe stato saggio adottare la zona a traffico limitato dopo l’approvazione del nuovo piano del traffico che si rende necessario ed indifferibile per ordinare il caos veicolare che si vive a Santeramo grazie a scelte senza costrutto come il tentativo di inversione su Via Iacoviello, l’allontanamento delle fermate dei mezzi pubblici, tanti sensi unici clientelari, ecc.?

Staremo a vedere. Buona lettura.

Planimetria ztl

Regolamento ztl

5 commenti

  1. NON SI PUO’ COMMENTARE UNA DECISIONE DI QUESTO TIPO
    Speriamo solo che il sindaco che ci aspetta il prossimo anno RIMETTA TUTTO A POSTO.
    Strade, sensi unici, trappole, fermate bus e tutte le decisioni prese per incompetenza assoluta e totale. Ma soprattutto bonifichi gli ambienti comunali con un antiparassitismo per liberare ogni più piccolo spazio dalla contaminazione del non far nulla e da quella di obbedire al maestro di religione.

    • Michele Di Gregorio

      Caro Vincenzo, ti posso assicurare che stiamo lavorando che presentare un Progetto per rilanciare la nostra città, mettendo al centro della azione politica il “cittadino” e le imprese locali.
      Chiunque sarà il prossimo Sindaco di Santeramo avrà tanto lavoro, perché i guasti ed i danni creati dal Sindaco e compagni sono veramente tanti.

  2. Caro ex sindaco Digregorio, a Santeramo, paese di autentici PECORONI, l’attuale sindaco D’Ambrosio può fare anche di peggio dei vari macelli che sta combinando. Nessuna pecora belerà mai più di tanto. E siccome nessuno bela, lui pensa che sta facendo benissimo il suo lavoro… E così va avanti, retto anche da quegli affamati che lo tengono ancora in carica. Le sue decisioni le prende a casa, a tavola. E la giunta? Si limita solo ad esclamare: zi badrone !!!!!!!!!!!

    • Caro Giuseppe, mi dispiace contraddirti ma i Santermani sono solo persone civili che aspettano il prossimo anno per chiudere questa bruttissima pagina della storia politica ed amministrativa.
      Insieme possiamo e dobbiamo lavorare per far rinascere la nostra città, perché abbiamo un obbligo morale, e non solo, nei confronti dei giovani e future generazioni.
      Santeramo non può morire a causa di un Sindaco che si è dimostrato inidoneo al ruolo.

  3. MICHELE DIGREGORIO

    …. e così che il <> di Santeramo decretò la chiusura definitiva di ogni attività commerciale nella zona. Si perché in assenza di un vero Piano del Traffico e di parcheggi regolamentati e liberi nella aree adiacenti alla ZTL sarà impossibile poter raggiungere gli ultimi gloriosi commercianti che ancora resistono, nonostante tutto, a tenere aperte le proprie attività.
    I residenti della zona, quasi tutti senza garage, occuperanno stabilmente i pochi “parcheggi” disponibili e, quindi, per chi viene dalla periferia e per i forestieri sarà praticamente impossibile trovare un parcheggio libero.
    Salvo errore di lettura del Regolamento, non potranno transitare neanche i mezzi degli Istituti di Vigilanza privata per svolgere il proprio lavoro.
    …. come cittadino e come residente in Piazza Garibaldi dico soltanto:
    fermateloooooooooooooooooooooooooooooooo

    ……..#santeramo2017 ….. stiamo arrivando

    Michele Di Gregorio
    già Sindaco di Santeramo

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*