23/10/2018 23:11
INTERVISTA AL PRESIDENTE DELLA N.D.C.E.  PROF. FILIBERTO PALUMBO
dav

INTERVISTA AL PRESIDENTE DELLA N.D.C.E.  PROF. FILIBERTO PALUMBO

In occasione dell’incontro presso la sede della NDCE di Grumo abbiamo intervistato il presidente.

Presidente, il vostro è un partito ispirato ai nobili principi de Aldo Moro, è risaputo che state riscontrando molte adesioni, da quale parte politica provengono i vostri iscritti?
Il nostro e’ un partito di centro che pone come obiettivo principale quello di raccogliere il consenso di coloro che non si riconoscono nell’azione di chi governa da sinistra e di chi governa da destra.
Siamo per il ritorno alle ideologie. Solo l’ideologia funge da vero aggregante e condiziona verso scelte amministrative il più possibile omogenee.

Per gli italiani, quello che stiamo attraversando  è un brutto momento politico, qual è la vostra posizione per ridare un pizzico di fiducia agli elettori?
Ci poniamo tra l’idea di chi sostiene la necessità di uno Stato sociale, che stia a tutelare i più deboli, e lo Stato liberale che sostenga l’iniziativa economica.
E’ evidente come la prima esigenza sia non attuabile in mancanza di una solida spinta che sostenga l’economia, che limiti l’incidenza del Fisco, e che crei nuovi posti di lavoro per l’occupazione dei più giovani.
Siamo un partito di centro, destinato a evitare preconcetti condizionamenti che ci siano imposti da sinistra e da destra.

Con il centro destra si è schierata l’aggregazione Cesa-Fitto che incorpora il vecchio simbolo della democrazia cristiana, cosa ne pensa?
Dar vita alla c.d. “Quarta gamba” e’ stato un errore politico enorme. Esso si pone in controtendenza rispetto all’azione di unificazione delle forze politiche di centro.
Avete mai pensato di concentrare in un unico partito di centro e in un unico simbolo la nuova democrazia cristiana europea e quel che resta della vecchia democrazia cristiana?
E’ un’azione alla quale NDCE aveva aderito nella prospettiva di restituire a chi aveva preso le distanze dalla politica di sentirsi finalmente rappresentato da un simbolo comune, all’insegna di una intramontabile ideologia: la nostra! Poi le cose sono andate diversamente.
Qual è il futuro del vostro partito?
Continueremo su questa strada e presto dimostreremo di non avere necessità di apparentamenti ne’ con la destra ne’ con la sinistra, perché saremo da soli capaci di andare avanti.
Mi direte che il nostro è un programma irrealizzabile. Noi invece crediamo che, con l’aiuto di chi crede ancora nei valori, ce la faremo.
Solo se uniti, vinceremo…..!

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.