22/11/2017 19:14
INNOVIAMO SMENTISCE APPOGGIO A D’AMBROSIO

INNOVIAMO SMENTISCE APPOGGIO A D’AMBROSIO

Autentica bufala di una redattrice de “La Voce del Paese”, invitata a chiedere scusa.

Titolo roboante de “La Voce del Paese” di questa settimana: “INNOVIAMO, PRONTI A SOSTENERE D’AMBROSIO”. La cosa risuonava molto strana. E così è stato. Puntuale è arrivata la smentita di Innoviamo che, con un comunicato stampa, ha smentito il settimanale, ma molto di più colei lo ha redatto per aver scritto una autentica bufala, molto interessata a questo “appoggio” perché politicamente sostenitrice di un autorevole rappresentante del SEL che i cittadini stanno per mandare a casa insieme “all’appoggiato.

“In uno scenario politico che si va definendo in queste settimane, si legge nel comunicato, noi cittadini abbiamo il diritto di conoscere le scelte per le prossime elezioni solo attraverso comunicati ufficiali. È dovere morale dei politici essere chiari nelle proprie posizioni, così come lo è dei giornalisti non costruire false notizie tra indiscrezioni, supposizioni, retro letture di concetti definiti pregiudizialmente “slogan”. Ed ancora, se è dovere dei politici essere sinceri con i cittadini, ancor più lo è per i giornalisti (o gli aspiranti tali) lasciarsi ispirare dal principio deontologico della continenza formale e, per essere ancora più chiari (noi), seguire gli insegnamenti dei maestri Biagi e Montanelli che per tutta la vita hanno sostenuto quanto fosse importante essere comprensibili per il pubblico e diffondere la verità senza artifici retorici. InnoViamo e i liberi cittadini che la compongono, questa la conclusione, come tutti i cittadini di un paese democratico, hanno il diritto (e non il dovere) di poter esprimere la propria preferenza politica e di impegnarsi attivamente a prescindere dallo schieramento scelto. Se salta questo principio, la politica non è più politica e il giornalismo non è più giornalismo”.

P.S.

Correttezza vuole ora che la redattrice chieda pubblicamente scusa a Innoviamo, ai lettori de “La Voce del Paese” e alla Politica, e che la stessa renda noto se è iscritta all’Ordine Nazionale dei Giornalisti, sezione Pubblicisti, o se scrive, anche a sproposito, in maniera hobbistica.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*