23/11/2017 17:50
“IMMISCHIARSI” IN POLITICA

“IMMISCHIARSI” IN POLITICA

Senza amore e senza umiltà non si governa, ha tenuto a sottolineare Papa Francesco.

Soltanto un grande ingenuo o un altrettanto gran distratto  ben lontano dagli avvenimenti di casa nostra avrebbe potuto ritenere che il Consiglio Comunale del 29 aprile scorso offrisse risposta al punto 11 del foltissimo o.d.g.

Risposta all’interpellanza prot. n. 23431 del lontano 30/12/2014, con tutta probabilità lasciata in voluto standby perché concernente la mai chiarita “Realizzazione di un Centro Pronta Accoglienza Comunitaria a ciclo continuo”, infatti non c’è stata. D’Ambrosio, sindaco e insegnante di religione, indiscusso campione di mutismo, quanto a ripetitività comportamentale è di una noia mortale.  Monotono e deludente.

Ai consiglieri interpellanti ha offerto il contentino finale di una promessa di risposta personale. A quando? In data da destinarsi. E per i  cittadini? Niente. Per noi non c’è posto nella sua agenda, né tanto meno nella testa di così tanto  personaggio che, più passano i giorni,  più impariamo a soppesare in tutta la sua supponenza e strafottenza.

Già mi sono trovato a chiedere a chi per una vita ha coltivato seria militanza e vero amore per la sinistra, a chi, mettendoci la faccia, per Michele D’Ambrosio sindaco si è battuto in campagna elettorale, se l’eletto primo nostro cittadino è oggi vissuto quale sorpresa o conferma. Un senso di pudore li ha portati a stringersi nelle spalle, così fornendomi  la risposta di soffrire la  presenza di una inaspettata sorpresa. Amara e deludente. Un PD messo in serio imbarazzo da un ex Margherita , sponsorizzato oggi Rosy Bindi.

Devo ammetterlo: il personaggio D’Ambrosio mi incuriosisce. Come sindaco lo lascio, per ora, tutto per intero ai miei compaesani che quotidianamente lo sopportano o se lo godono. E’ sull’insegnante di religione che pongo qualche domanda.

papa francescoCome può ignorare D’Ambrosio, insegnante di religione cattolica, che Papa Francesco, in una omelia tenuta nel corso di una messa in Santa Marta, ha voluto ben ricordare che chi governa deve preoccuparsi di possedere umiltà e amore, virtù senza le quali è impossibile assicurare un buon servizio? Perché governare, ha sottolineato il Papa, significa servire. Uomo o donna che prende possesso di un servizio di governo, non può prescindere, ha aggiunto, dal chiedersi se il suo amore per il popolo è tale da consentirgli di servirlo al meglio. Umiltà da porre nell’ascolto di ciascuno; a tutti offrendo risposte, di tutti ascoltando le diverse opinioni affinché la strada migliore al conseguimento del bene comune sia più facilmente individuabile e percorribile. Senza amore e senza umiltà non si governa, ha tenuto a sottolineare Papa Francesco, condannando quella politica così spesso fatta di tatticismi per il mantenimento del potere o perseguimento di interessi personali. Per continuare quindi che “ è un grave errore disinteressarsi della politica”. Nessuno può dire “io non c’entro”, perché ciascuno è responsabile del modo di governare degli eletti. Parole forti quelle del Papa che richiamando ciascuno di noi alle proprie responsabilità, ha voluto ricordare come per la Dottrina Sociale della Chiesa “la politica è una delle forme più alte della Carità” dal momento che “è servire il bene comune”. E concludere:“ Lungi dallo stare lontano dalla politica, il buon cattolico deve immischiarsi in politica”.

Da giovane imberbe ieri, da cinquantasettenne insegnante di religione oggi, nella politica D’Ambrosio si è “immischiato”. Vuole viverla e onorarla come ad un insegnante di religione cattolica,  oltre che sindaco, è richiesto?

13 commenti

  1. invece di stimolare i valori della vita, della convivenza, dell’amore, del rispetto e della famiglia, questo predicatore che ci governa, esalta l’individualismo, l’arrivismo, il potere, usando metodi in totale antitesi con i valori della chiesa. Protervia, Arroganza, Menzogna. E i risultati si vedono, ogni giorno assistiamo ad atti di violenza, atti vandalici, il paese vive in un totale stato di anarchia è completamente abbandonato a se stesso e al suo disordine
    L’illuminato dal Signore che ci governa dovrebbe sapere che, chi semina strafottenza raccoglie violenza!!!

  2. Guarda che il sindaco sta già facendo il giro delle masserie, ma non per mungere le vacche, ma per chiedere
    Voti per Emiliano, siamo in campagna elettorale. A questi giochini siamo straabituati, vero sindaco? Ti ricordi la campagna elettorale che facesti quando eri assessore uscente ai servizi sociali?
    Noi non dimentichiamo e tu non dimenticare le tue origini.

  3. Grande Antonio…hai perfettamente ragione, questo soggetto ormai crede di essere il PADRONE di Santeramo. E anche il suo modo di comunicare ce lo conferma. e giustamente come hai fatto notare tu
    Spesso la parola tradisce il pensiero, o più precisamente si scrive quello che si pensa.

  4. Ma quale umiltà e amore. Ma quale carità, ma quale politica al sevizio del bene comune.
    Qui pensiamo solo a costruire un centro per profughi, perché fa più chic e perché ci sono milioni di € da prendere. E poi ci nascondiamo la testa nell’auto blu per non vedere quante madri non hanno i soldi per comprare il latte ai loro bambini. Però migliaia di € per inutili assunzioni e strane consulenze, si spendono eccome!! Questo sindaco, che insegna una materia lontana dal suo modo di praticarla, dovrebbe andare tutte le mattine a mungere le vacche e portare il latte ai bambini che piangono dalla fame. Ma questi piccoli nessuno li vuole vedere perché sono un peso e soprattutto non rendono niente.

  5. Grazie Franchino. Anch’io oggi per la prima volta ho visitato la pag.facebook del sindaco. E’ farneticante.
    E’, praticamente, una pag. Istituzionale del Comune, commista con foto ricordo della sua famiglia e proclami autocelebrativi. E’ praticamente un nuovo metodo per farsi propaganda politica.
    Ricordo che 50 anni fa, la propaganda politica e autocelebrativa, si faceva scrivendo motti e slogan, su edifici, ponti, muri e cartelloni. Ne cito qualcuno:
    Chi si ferma e’ perduto…..Se avanzo seguitemi…..Me ne frego…..O con noi o contro di noi…..
    Vincere e Vinceremo…..Noi tireremo dritto…..Patria Religione Famiglia.
    Quello era il Regime Fascista
    Oggi con facebook si ripropone lo stesso metodo in modo tecnologico.
    Il signore che oggi governa Santeramo, ha azzerato la Trasparenza, la Condivisione, il Confronto in una sola parola la DEMOCRAZIA. E con i suoi metodi di Propaganda, il non Rispondere, il Tacere, Occultare, e rimaneggiare a suo piacimento assessori e vicesindaci, l’Arroganza e la Strafottenza non si discosta molto dai metodi di una Dittatura ancora presente nella nostra memoria.
    Ecco che si spiega il motivo per cui ha azzerato completamente il Pd santermano, il suo pensiero va OLTRE, o meglio e’ rimasto fermo a OLTRE 50 anni fa. W e sempre W la DEMOCRAZIA.

  6. PAZZESCO!!.. Ma vi rendete conto che questo prete dice:” ………lavora con tanta passione per la SUA città.”
    Ormai crede di essere il PADRONE di SANTERAMO.
    Sindaco Santeramo è la NOSTRA CITTA’… no la TUA
    Cerchi di essere più UMILE e Giù le Mani dalla NOSTRA CITTA’.

  7. Ma questo signore crede che sta amministrando una massa di pecoroni… Va avanti a ruota libera come se lui fosse il re dei re. Vergogna!!! Renderai conto a Dio per il tuo menefreghismo. Che schifo!

  8. Delirante. Ma cosa pretendiamo da un simile individuo che sul cruscotto della sua auto ha attaccato la foto di Gesù con su scritto: ” GUIDA PIANO PAPÁ “

  9. Grazie Franchino
    Non ci credevo..sono andato a controllare…ed è veroooooo….!!!
    Da non credereeeee….!!!

  10. ATTENZIONE….ATTENZIONE…!!!
    Poche ore fa, il sindaco, sulla sua pagina facebook, ha scritto:
    “Santeramo un grande cantiere aperto…saremo tutti orgogliosi di quanto si sta realizzando..” e continua:
    “POTETE ESSERE ORGOGLIOSI DEL SINDACO CHE LAVORA CON TANTA PASSIONE PER LA SUA CITTA'”
    Santermani…fate Attenzione…
    E’ in pieno DELIRIO di ONNIPOTENZA AUTOCELEBRATIVA…allertiamo subito la Protezione Civile e la NEURO..
    HA BISOGNO DI AIUTO!!!

  11. Mentre Gesù si è fatto uomo per Salvare L’UMANITA’…
    Il sindaco si è fatto priviticchio per affermare la Sua Sacra POTESTA’!!!!

  12. Bravo Lucarelli ha colto in pieno il pensiero diffuso tra noi santermani.
    Voglio riprendere un commento già fatto in precedenza, ma più inerente a questo Suo scritto.
    IL CATTO-COMUNISTA:
    Il nostro sindaco, Catto-Comunista di Professione, si allinea a quelle persone che fanno finta di seguire la Parola della Chiesa e gli insegnamenti del Papa. In realtà seguono solo il loro “Credo” e il loro “IO”, perseguono solo quello che fa comodo a loro e alimentano i loro interessi, facendo credere che lo fanno solo per il Bene dei cittadini. Come Capostipite di questa vasta schiera di Catto-Com. sta la Rosy Bindi, che moralmente si scandalizza per il divorzio di Berlusconi e poi approva i DI.CO, il matrimonio fra Gay, l’aborto ecc. Questi signori della Politica e della Chiesa sono disposti a tutto per il Potere e il loro avversario politico rappresenta il Demonio che va odiato e annientato con qualsiasi mezzo. Per loro esiste solo un punto di vista, IL LORO, e va assolutamente rispettato, senza che sia dovuta una spiegazione o un confronto. Il nostro sindaco rappresenta in pieno il pensiero Catto-Com. quindi, Lucarelli, non si aspetti una risposta, ma solo il sindaco aspetta delle scuse da Lei.

  13. Lucarelli, il nostro sindaco non si è “immischiato” nella politica, ma si è “invischiato” nella politica e se ne
    “infischiato” della politica al servizio del Bene Comune.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*