22/08/2017 13:19
I SANTERMANI DI “INVICTUS” VINCONO LA SPARTAN RACE

I SANTERMANI DI “INVICTUS” VINCONO LA SPARTAN RACE

Un team di 15 santermani, Sabato 29 Aprile, ha partecipato alle prime due tappe del 2017 della Spartan Race,  la gara ad ostacoli più famosa ed importante del mondo. I partecipanti erano ben 7200, divisi tra i due format che si sono svolti ad Orte (Sprint e Super).

I 15  ragazzi, capitanati dal coach Spartan SGX Francesco Rosato (Spartan SGX è il metodo di allenamento ufficiale di Spartan Race, adatto sia a chi vuole cimentarsi in queste gare ad ostacoli, sia a chi semplicemente vuol tenersi in forma senza mai annoiarsi), corrono con il team INVICTUS Cross Training, il più grande e forte team italiano, che conta centinaia di atleti provenienti da varie parti del paese (Novarese, Milano, Roma, Puglia, Campania, ecc.).  Ad Orte erano presenti ben 60 membri di questo team, di cui 25 pugliesi (15 santermani) allenati e seguiti da Rosato, alcuni esperti, altri alla prima esperienza.

Entrambe le gare sono state durissime, piene di ostacoli naturali ed artificiali, salite, fiumi, boschi,  muri da scavalcare e pesi da trasportare.

Il team INVICTUS è riuscito si è classificato primo nella Super e secondo nella Sprint, un successone.

Dopo i successi del 2015 e del 2016 (6 Spartan Race vinte e 2 secondi posti), anche il 2017 sembra essere iniziato in maniera vincente.

Ci auguriamo che questo team cresca sempre di più continuando la propria striscia di successi e che sempre più gente decida di mettersi alla prova in questa disciplina che ci insegna a non mollare mai, qualunque sia l’ostacolo.

Elenco ragazzi santermani che hanno partecipato alle Spartan Race di Orte:

  • Francesco Rosato
  • Luigi Zullo
  • Nicola Cacciapaglia
  • Lorenzo Musci
  • Mattia Calculli
  • Francesco Giampetruzzi
  • Giuseppe Tornasello
  • Francesco Giuampetruzzi
  • Stefano Depascale
  • Michele Di C’è
  • Giuseppe Decempirale
  • Raffaele Decempirale
  • Francesco Giampetruzzi
  • Davide Salluce
  • Nicola Porfido

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*