23/11/2017 14:05
I CONTI NON TORNANO

I CONTI NON TORNANO

Catturano l’attenzione e portano a riflessioni e interrogativi le quattro o cinque  foto scattate in Piazza Garibaldi nel corso della serata di domenica due ottobre scorso.

L’ampiezza e l’imponenza del palco lasciavano pensare a più protagonisti destinati ad alternarsi. Supposizione avvalorata dal dichiarato impegno a fare il “punto della situazione, comunicare e ascoltare”.

Non è stato così. Il microfono tutto e solo nelle mani di D’Ambrosio sindaco che all’agitato e spropositato tono di voce affidava il suo personalissimo cercare alibi e, manco a dirlo, un’ulteriore occasione per autoincensarsi. Secondo costume. Su questo fronte nessuna novità.

Novità è stato il suo “coup de théatre” quando ha rivelato “ Io sono pronto! Sono pronto per guidare Santeramo per altri cinque anni!”.

L’importanza della dichiarazione stride pesantemente con l’immagine sua isolata sul palcoscenico deserto. A maggior tristezza il dileguarsi della già sparuta schiera di presenti in piazza.

Il dubbio è un tarlo che lavora silenzioso e incessante. E di dubbi e interrogativi le foto in questione ne alimentano in abbondanza. Siamo infatti a chiederci le ragioni di tanto isolamento.

Se la dichiarazione di disponibilità è frutto di condivisione collegiale maturata nel Pd, non si capisce il mancato sostegno a presenziare dei notabili del partito, stretti al suo fianco.

Neppure alcuna foto registra traccia dello stesso Putignano, segretario del partito, che insistenti voci vogliono addirittura aver innanzi tempo levato i tacchi. Anch’egli sorpreso da tanto annuncio? Fra i due, apertura di resa dei conti?

Siamo a chiederci ancora se è del tutto fuori luogo spingersi a supporre d’essere in presenza di una fuga in avanti del supponente D’Ambrosio, così tanto imbevuto di sé da ritenere ciascuno pedina anonima e impotente nelle sue mani. I suoi precedenti, così carichi di ostentata onnipotenza,  portano a non escludere l’ipotesi. Lui, unico e solo a comandare.

Ogni smentita o conferma del nostro supporre è nei chiarimenti che Putignano segretario vorrà offrire. A meno che egli non intenda  procedere sullo stesso binario del  suo sempre muto e sordo predecessore. Putignano anch’egli colpito da “dambrosite”, quello strano e dilagante  virus che nel PD anestetizza qualsiasi tentativo di alzar la testa? Staremo a vedere.

4 commenti

  1. Stimatissimo Lucarelli, lei da molto lontano ha fatto delle considerazioni come sempre molto sagge, il guaio di Santeramo è che NESSUNO si accorge di quanto male questo inutile personaggio abbia fatto in quasi 5 anni. Non solo, ma è ancora peggio il fatto che nessuno si accorge dei disastri combinati che hanno complicato la vita a tutti i santermani… anche a quelli che dormono.
    Io ero in piazza domenica sera per curiosare sulle bufale che il sindaco avrebbe raccontato nel comizio, non nel confronto, questo non c’è mai stato con nessuno.
    All’inizio del comizio c’erano un centinaio di persone, molti dei quali appartenenti allo schieramento di centro destra, erano lì anche loro per curiosare. Dopo qualche minuto la piazza si è via via spopolata, i sui sostenitori se la sono data alle gambe, compresi consiglieri e assessori, sono rimasti pochi intimi e qualche fischiata. In prima fila qualche familiare a battere le mani e qualche altro a riprendere il discorso con una videocamera. CHE VERGONA. CHE POVERTA’. Altro che sono pronto a ricandidarmi… forse per raccogliere le lumachine dopo che piove !!!

  2. Caro Pinuccio la ” dambrosite” ha colpito anche questa redazione. È’ un morbo contagioso. Due giorni fa compare un articolo dal titolo Vergogna ( per fortuna poi rimosso) , alla richiesta di scuse a questo scivolone ( può capitare anche ai migliori) il morbo della “dambroside” ha colpito. È’ giusto così meglio il silenzio. Io la chiudo qui’. Vorrei che questo commento non venga pubblicato era solo per far intendere al Caro Pinuccio e gli altri autori che i lettori sono attenti su tutto. E ringrazio il vostro lavoro di attenta riflessione su tanti argomenti. Ma la coerenza è’ fondamentale.

    • Mario Vito Digregorio

      Caro Gabriele, intanto ti ringrazio per la tua assidua attenzione. Voglio personalmente rassicurarti che la nostra redazione non è stata e non sarà mai contaminata da alcuna dambrosite o patologia simile. L’articolo a cui ti riferisci riguardava un’immagine riportata da un quotidiano nazionale in cui si elogiava la figura di Nichi Vendola con il figlio Tobia Antonio avuto negli Stati Uniti grazie alla maternità surrogata e del suo compagno Eddy.
      Per la particolarità dell’argomento ho ritenuto non utile la pubblicazione dell’articolo sul nostro portale nel rispetto delle diverse posizioni in ordine alle nuove forme di matrimonio con adozioni nonchè per non alimentare inutili diatribe su un argomento di non facile interpretazione. Le auguro una buona giornata

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*