25/11/2017 07:03
GIUSEPPE LASSANDRO DEDICA UN PENSIERO A OGNI CANDIDATO SINDACO

GIUSEPPE LASSANDRO DEDICA UN PENSIERO A OGNI CANDIDATO SINDACO

Dopo un periodo di “assenza politica” dovuto ad impegni lavorativi e di studio, l’ex candidato sindaco Giuseppe Lassandro si esprime sulle ultime vicissitudini che hanno interessato la politica locale in vista delle prossime amministrative.

La politica nazionale è quella che senz’ombra di dubbio condiziona maggiormente tutte le altre forme di “polis”, ma è evidente come quella locale sia certamente la forma più diretta e “vicina” al cittadino… a tal proposito infatti, ritengo meriti un’attenzione particolare.

Ho riflettuto a lungo sulla mia personale linea di pensiero politico-filosofica e per questo non potevo esimermi dal notare come nel panorama politico locale in particolare, ci si sia involuti. Con la candidatura di così tanta gente alla carica di sindaco, di cui molti dei quali concorrono da soli nonostante facciano parte di aree politiche e di pensiero affini ad altre già formate, lascia trasparire come l’egoismo onnipresente nella società si riflette anche sulla politica e sulle cosiddette scelte strategiche, che in realtà, di strategico non hanno un bel nulla. 


Piccola analisi su alcuni dei candidati…
 

D’Ambrosio, sindaco uscente: l’espressione massima del “potere monocratico” degli ultimi 40 anni di storia politica locale. In cinque anni ha amministrato da solo, nonostante si dichiarasse un democratico e fosse del “PD”. La democrazia non c’è stata e le scelte fatte senza criterio hanno portato i risultati che tutti conosciamo… La reazioni che il nostro religioso ha avuto dopo che gli è stato sottratto lo scettro, hanno dimostrato di che pasta è fatto. Non a caso, lo stesso PD, l’ha letteralmente sbattuto fuori.

Riviello: Il solito populista un po’ saccente, proprio come quel Salvini da cui si fa appoggiare –e che appoggia- appunto, che qualche anno fa sputava melma sul Sud-Italia salvo poi improvvisamente riscoprirsi attento ai bisogni del sud, non a caso in concomitanza con la nascita del suo progetto di futura candidatura a Presidente del Consiglio dei Ministri. Riviello Battista Giovanni cosa ha fatto di tangibile per la politica locale oltre a qualche raccolta firme? Ai santermani l’ardua sentenza.

Baldassare: uomo di cultura sicuramente, ma ben lontano dalla politica di paese dato che è forestiero anche se di origini santermane. Potrà mai “saperne” quanto una persona che a Santeramo si sveglia tutte le mattine? Ne dubito… Gira voce sia stato piazzato dalla direzione provinciale dei grillini… sarà vero? Se sì, perché? Perché poi quasi la metà della sua famiglia ricopre o ha ricoperto incarichi all’Università di Bari? 

Labarile: ormai è arrivato alla pensione stando in consiglio comunale… questo personaggio ormai “stagionato” della politica locale che per decenni interi non ha fatto nulla, perché dovrebbe far qualcosa proprio ora?

Larato: Anche lui è uno dei soliti noti… nulla di rilevante, un riciclato come gli altri, con le proprie questioni che oltre alle tante promesse in ogni campagna elettorale, scompariva subito dopo la chiusura delle stesse. 

Nuzzi: credo francamente sia il candidato migliore, faccia nuova per davvero e persona di grandissima onestà e professionalità. La coalizione che sicuramente rappresenterà meglio i valori del centro destra data anche la voglia di rinnovamento che ha interessato recentemente Forza Italia. La coalizione mi pare innovativa e dinamica. I candidati, giovani e in gamba, rappresentano un po’ tutte le fasce della popolazione: dal professionista all’operaio e dal più giovane al pensionato.

Che dire… Quest’anno la mia candidatura a Sindaco non avverrà, ma stando alle mie considerazioni viene naturale comprendere quale secondo me possa essere il voto più utile in questa tornata elettorale.

Io personalmente ho compreso che il sistema va cambiato da dentro facendolo soprattutto con scelte intelligenti che possano consentire la realizzazione dei propri ideali.

Che vinca il migliore (o il più fortunato)! 

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*