21/06/2018 12:09
EMERGENZE SENZA CONSIGLIO COMUNALE

EMERGENZE SENZA CONSIGLIO COMUNALE

Ordine Pubblico, Sanità, Xyella e rigenerazione urbana: quattro emergenze che meritano di essere discusse e affrontate. Chi dorme non piglia pesci. Né voti.

Il Consiglio Comunale di Santeramo non si riunisce da circa due mesi. L’ultima seduta si è svolta il 13 febbraio scorso quando la ricompattata maggioranza di centrosinistra respinse la mozione di sfiducia al Sindaco, presentata dai sei consiglieri di opposizione. Da allora, c’è stato soltanto un timido tentativo di convocazione da parte di Paolo Silletti e Giovanni Volpe per discutere una proposta di deliberazione popolare riguardante la revisione delle aliquote della Tari. Nemmeno la segnalazione al Prefetto di Bari su questo argomento è riuscita nell’intento di convocare il Consiglio. Eppure le emergenze non mancano. Ne vogliamo indicare solo quattro pur sapendo che vi sono tanti altri problemi che attendono una soluzione. La prima riguarda l’ordine pubblico. Se n’è discusso in un incontro a porte chiuse su iniziativa del Sindaco D’Ambrosio. Per la forte preoccupazione della cittadinanza, è importante il coinvolgimento del Consiglio Comunale anche ai fini di ricostituire il Comitato Ordine Pubblico come fece nella sua gestione il Sindaco Vito Lillo. La seconda emergenza è quella della Sanità. La Giunta Vendola ha recentemente distribuito in chiave elettorale 750 nuovi posti letto anche in favore di Ospedali chiusi come quello di Santeramo che, invece, è rimasto a secco. La terza emergenza attiene al grave problema della xylella che ha già distrutto nel Salento un milione di alberi d’ulivo. Dalle nostre parti fortunatamente non è giunta e speriamo che non giunca mai più da nessuna parte. A livello di prevenzione sarebbe importante una discussione su questo argomento con la partecipazione del concittadino Giuseppe Silletti, Generale delle Guardie Forestali in Puglia e Commissario della Protezione Civile per contrastare questa devastante malattia. Infine, dinanzi a tante voci in circolazione, sarebbe importante fare il punto sullo stato dell’arte dei lavori di rigenerazione urbana e sulla loro conclusione. Ci fermiamo qui anche se potremmo allungare la lista delle emergenze che ci assillano. Manchevole è l’iniziativa della maggioranza di centro sinistra. Quella di centro destra lo è ancora di più. Chi dorme non piglia pesci. Né voti.

3 commenti

  1. A cosa serve fare i consigli comunali fanno tutti parte della stessa mangiatoia…con il bue l’asinello e il Sindaco ecclesiastico che benedice i doni !!!

  2. Tranquilli tra un po il sindaco farà l’elenco di tutte le grandi opere che ha fatto e che farà per santeramo.
    Signori inizia la campagna elettorale e il sindaco dovrà portare voti al suo consigliere personale Emiliano.
    Preparatevi a grandi proclami.Evviva il becerismo

  3. Stiamo molto attenti. A Santeramo ce un EMERGENZA DEMOCRAZIA. Tutto viene tacitato. Il Sindaco ignora le domande fatte dai cittadini, non da risposte sul futuro della Casa di Riposo, sul futuro del cinema Pixel, sulla pineta abbattuta, sui tanti Centri per Disabili, dove si continuano a spendere milioni di ristrutturazioni varie, ma poi mancano i permessi ASL per poterli aprire, sul futuro del nostro Ospedale e relativo servizio del 118, sull enigma gestione Biblioteca e sul ricorso fatto dall ex ditta vincitrice dell appalto degli arredi, sul Centro Alzhaimer su Corso Italia, completamente ristrutturato ma abbandonato, nessuna risposta sul pasticcio TARI, sull andamento dei lavori in Piazza. SILENZIO TOTALE e in questo silenzio ci dispiace non sentire nemmeno un guaito da parte di Sante Zeverino, ma forse il Sindaco ha messo la museruola anche a lui. TUTTI A CASA

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.