23/10/2018 22:59
DEPOSITI NUCLEARI: PRIMO SERIO IMPEGNO PER L’ON. ANGIOLA

DEPOSITI NUCLEARI: PRIMO SERIO IMPEGNO PER L’ON. ANGIOLA

Se la Murgia stesse dentro all’annunciato piano, dica ai cialtroni dell’Europa che le scorie se le portassero a casa loro.

“Dopo anni di attesa e di continui rinvii e rimbalzi, il ministro dello Sviluppo economico Carlo Calenda annuncia: “La Cnapi sta arrivando, tra questa e la prossima settimana”. Questo acronimo della “Carta Nazionale aree potenzialmente idonee” non è altro che il documento necessario a individuare una volta per tutte il luoghi dove realizzare il futuro Deposito (con parco tecnologico) di smaltimento per le scorie nucleari: una annosa questione che l’Italia si porta dietro da quando nel 1987, dopo l’esito del referendum, il nostro paese ha chiuso i suoi quattro siti nucleari. Da allora scorie nucleari di vario tipo, come ad esempio quelle in campo sanitario, continuano ad essere prodotte e l’Europa ci spinge a gran voce a istituire un Deposito nazionale, come già realizzato in altri Paesi dell’Ue”.

Ricordo che alcuni anni orsono, si parlava della Murgia come possibile deposito di scorie nucleari. Al neo Onorevole Nunzio Angiola, un accorato appello a vigilare perché questo non avvenga. Dica ai cialtroni dell’Europa che se li portassero a casa loro. Per L’On. Angiola, ove la Murgia potrebbe essere nuclearizzata anche attraverso le sole scorie, ricordo pure che negli anni ’60, quando imperava la guerra fredda tra Est ed Ovest con rischio di possibili attacchi, vi fu una grande mobilitazione popolare della gente murgiana per smantellare il famigerato campo dei missili in località Casal Sabini.

Il suo impegno potrà, dovrà essere determinante.

 

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.