24/11/2017 19:38
DA CHI SIAMO AMMINISTRATI?

DA CHI SIAMO AMMINISTRATI?

In questi giorni più che mai, molti cittadini si stanno domandando chi siano coloro che amministrano Santeramo, oltre ovviamente al sindaco Michele D’Ambrosio un po’ più conosciuto.


la squadra politicaokAvendo il sindaco censurato l’informazione, almeno quella scomoda, e immagino che i suoi assessori e consiglieri comunali si siano allineati alla sua scelta, non è affatto semplice conoscere la fisionomia di coloro che siedono alle poltrone del palazzo. Se un cittadino ha in animo di rapportarsi con un consigliere comunale o con un assessore, deve prima procedere a una sorta di caccia al tesoro. Così ci hanno riferito.

E’ questo il motivo per cui abbiamo pensato di mettere insieme le loro identità affinchè coloro che avessero necessità di dialogare con uno di loro siano agevolati nella ricerca. Non è stato facile reperire le foto di tutti i consiglieri e assessori, ce ne scusiamo pertanto per qualche rappresentazione poco felice che non rende al meglio l’immagine ritratta. Neanche sul sito istituzionale del comune è possibile reperire le foto di tutti i nostri amministratori e consiglieri.

Pertanto, chiunque volesse potrà farci pervenire una nuova foto da sostituire a quella utilizzata che abbiamo dovuto cercare con affanno.
Chi amministra è opportuno non sia uno sconosciuto, la gente ha il diritto di sapere da chi è amministrata, ha il diritto di dialogare, di comprendere cosa si sta facendo, di esprimere le proprie considerazioni e proporre suggerimenti. Ovviamente tutto questo non può ricadere su una sola persona, sul sindaco. Per questo esistono gli assessori che altro non sono che collaboratori del sindaco con una propria libertà di agire, un proprio modo di pensare, una propria autonomia. Almeno così dovrebbe essere. E soprattutto senza veti di apparire e con l’apertura nei confronti della gente che vuole rapportarsi a loro. Nascondersi fa male alla democrazia.
Cari amici assessori e consiglieri, interpretando il pensiero della gente e raccogliendo con fatica e imbarazzo le opinioni di tanti che in quest’ultimo  periodo hanno manifestato il proprio dissenso al vostro modo di amministrare,  vi chiedo un piccolo sforzo: comprendere se la strada che si sta percorrendo è quella giusta. Il rispetto umano per ognuno di voi è totale, sarebbe straordinario se questa condizione si verificasse anche nella vostra veste di politico. Buon lavoro.

Un commento

  1. Giovanni Porfido

    bell’articolo,,,

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*