21/11/2017 03:21
CORSO TRIPOLI: TRAFFICO IN TILT

CORSO TRIPOLI: TRAFFICO IN TILT

Abbiamo percorso in macchina corso Tripoli dal convento fino all’intersezione con la ormai famosa via Iacoviello impiegando 28 minuti. 

Una situazione facilmente immaginabile, quella della paralisi della circolazione stradale non solo su corso Tripoli ma indirettamente anche su molte strade cittadine. Santeramo è divenuta invivibile ora anche per il traffico. Per le scelte sbagliate operate da chi è solito decidere con le bende agli occhi. E adesso questo disastro chi lo paga? Tutto il tempo perso dai santermani incolonnati in attesa che il traffico scorra?
Tra qualche giorno riaprono le scuole, alcune già domani, le macchine in circolazione si moltiplicheranno. Saranno macchine non guidate da coloro che gironzolano a vuoto, come affermato dal sindaco, sono invece genitori che accompagnano i propri figli a scuola o alla fermata dei bus. Quale fermata, quella che non c’è più? Anche la scelta di sopprimere le fermate della sita per Bari è stata una pessima scelta. In genere, nei comuni ben amministrati,  si usa aumentare le fermate dei mezzi pubblici nel centro cittadino per evitare che la gente utilizzi la propria auto per accompagnare i pendolari alle fermate dislocate fuori dal centro. Per ogni fermata soppressa o dislocata circolano almeno 20 auto in più. Che dire di queste scelte che vanno tutte nella direzione opposta a come sarebbe più opportuno fare. Un automobilista incolonnato su corso tripoli ha affermato: è giusto che una sola persona deve complicare la vita a una intera comunità? Questa domanda credo sia assolutamente condivisibile. Questo è solo l’inizio!

14 commenti

  1. Ora basta a parlare se ci vogliamo riscattare bisogna passare ai fatti, bisogna unirsi, mettersi insieme tutti per una giusta causa. Abbiamo detto tutto quello che c’era da dire, il nostro fegato è impregnato di veleni By D’ambrosio. Raccogliamo le firme per mandare a casa il sindaco, costituiamo un movimento cittadino compatto. Iniziamo a metterci insieme, saremo 2, poi 10, poi 100 e poi migliaia, in brevissimo tempo. Altrimenti io me ne vado da questo paese di pecoroni.

  2. Questo Sindaco e un’Asino Ostinato a Rendere la Vita Impossibile alla Collettività,Bisognerebbe Mandarlo alla Casa, Invece di Farlo Stare sul Comune a Rovinare il Paese Giorno dopo Giorno,Pensasse ai Suoi Sceletri nell’Armadio

  3. 28 minuti?????il tempo per andare da Santeramo a Bari!!!! Che porcheria questo paese!!!!

  4. e intanto il pretucolo se la ride e non perde occasione per autocelebrarsi. ma avete visto le foto che si è messo su fb? si autocelebra sul palco della palestra silouette, e gli artisti dove sono?
    Forse si era reso conto che dopo un bellissimo spettacolo artistico ci voleva un altrettanto grandioso spettacolo comico, grazie sindaco hai fatto ridere tutti. disgustoso!!!

  5. Il senso di marcia deve RITORNARE come era prima…e questo sindaco deve RITORNARE a CASA..!!!
    AL PIU’ PRESTO..!!! o altre sciagure ci attendono, se questo (“Signore ?!) riesce a portare a termine gli altri progetti di DEGRADO della nostra Santeramo. A CASA SUBITOOOOO…!!!!

  6. Mariella Barberio

    “Un automobilista incolonnato su corso tripoli ha affermato: è giusto che una sola persona deve complicare la vita a una intera comunità? Questa domanda credo sia assolutamente condivisibile. Questo è solo l’inizio!”.
    Beh … a dire il VERO, il quesito di quell’automobilista, ipocrisie a parte, ce lo poniamo in MOLTI ….

    P.S.: Bella iniziativa quella di AGATA !!! 🙂
    Su quei tavoli che si metta anche questa proposta ….. per “INADEMPIENZA CONTRATTUALE CON I SANTERMANI” (ho il forte sentore che raggiungerà un numero di firme maggiore …..) 😉

    • Dici bene Mariella “PER INANDEMPIENZA CONTRATTUALE CON I SANTERMANI” e io aggiungerei per REITERATE MENZOGNE e PER AVER OSCURATO L’INFORMAZIONE (dalla sua pag. fb vengono cancellati tutti i commenti sgraditi ed oscurate anche le pag. fb, questa è un SOPRUSO DI UNA GRAVITA’ INAUDITA che bisogna denunciare ad ALTA VOCE per far capire appieno ai santermani con che soggetto hanno a che fare). E’ INAMISSIBILE CHE I CITTADINI NULLA DEVONO SAPERE DELL’OPERATO DI QUESTO SOGGETO E DELLE SPESE DI DENARO PUBBLICO. DOVE E’ FINITO IL PALAZZO DI VETRO, TANTO BECERATO IN CAMPAGNA ELETTORALE?!! ORMAI E’ DIVENTATO IL SUO PALAZZO E SI COMPORTA COME SE FOSSE A CASA SUA. ALLA FACCIA DEI CITTADINI!!!!!!!!!!!!!!!

  7. NON FATELO SAPERE AL SIGNOR SINDACO, ALTRIMENTI S’INCAPONISCE ED EMANA UNA NUOVA
    DELIBERA, CON CUI PROIBISCE IL TRAFFICO IN C.SO TRIPOLI E LO FA CONFLUIRE VERSO…LA (MUTILATA) CIRCONVALAZIONE !! SCUSATE AMICI !! MA OSSERVARE LE GRANDI TROVATE..DEL PROFESSORE DI RELIGIONE E’ MEGLIO RIDERE…ALTRIMENTI NON SMETTEREMMO PIU’ DI PIANGERE !!!!

  8. giuseppe molinari

    il sindaco è un pessimo amministratore, e i cittadini nel frattempo aspettano un miracolo.

  9. Io ieri sera ero incolonnato su corso Tripoli, effettivamente per arrivare su via Gioia ho impiegato più di venti minuti. Ero diretto su corso Italia e sono stato costretto a percorrere oltre un chilometro in più per arrivare a casa: via Gioia, via Carmine Gruppi, Via Stazione, Via Cassano……… Da via Iacoviello se non fosse stato invertito il senso di marcia avrei percorso solo altri 100 metri. Chi mi paga per questo disagio quotidiano? Il sindaco incapace? Moltiplicate quello che è accaduto a me per dieci, cento, mille per tutti i giorni!!!!!!! QUESTO E’ IL VERO INQUINAMENTO ALTRO CHE I PULLMAN!

  10. La raccolta delle firme non deve avere ad oggetto la revoca dell’inversione del senso di marcia di via Iacoviello e il ripristino delle fermate dei pullman, MA QUELLO DI MANDARE A CASA IL SINDACO. Correggiamo il testo sui fogli da firmare, siamo ancora in tempo per farlo. Per via Iacoviello ne potranno firmare forse in 1000, PER MANDARE A CASA IL SINDACO POTREBBE FIRMARE TUTTA SANTERAMO.

  11. Lo stiamo ripetendo insistentemente da oltre 2 mesi. Noi sapevamo cosa sarebbe successo, ma “qualcuno” ha voluto far credere che fosse una fissa di “quei quattro commerciantucoli di via Jacoviello che non sanno fare il proprio lavoro”. Adesso tutti potete godere dei disastri di chi ha voluto che accadesse.
    E dalla prossima settimana ne vedremo delle belle.
    P.S. Ma il sindaco è davvero convintodi saper far bene il suo lavoro?

    • Ma cosa ne sa il Sindaco sulla gestione di ujn paese? E’ stato un professore di religione….e questo basta per farlo Sindaco? in ogni caso per diventare Sindaco qualcuno lo avra’ pur votato…e qui casca l’asino….quanti ipocriti adesso sono in fila a bestemmiare il loro amato Sindaco? Ben vi sta…voi che lo avete votato!!!
      Adesso ridateci quel che e’ nostro…SANTERAMO!!!!

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*