21/11/2017 15:01
CONVERSA AMMETTE: “IL PUG AVREBBE SODDISFATTO GLI INTERESSI DI POCHI”

CONVERSA AMMETTE: “IL PUG AVREBBE SODDISFATTO GLI INTERESSI DI POCHI”

Tira brutta aria al Comune di Santeramo, così forte che nelle prossime settimane potrebbe trasformarsi in tempesta.

 

Che le acque fossero agitate lo si è percepito subito dopo un’oretta dall’inizio dei lavori del Consiglio comunale di Lunedì, quando la proposta di una mozione d’ordine da parte del consigliere di minoranza, Francesco Caponio, di passare direttamente alla discussione del punto sul PUG senza ascoltare le relazioni dei tecnici è stata votata favorevolmente dai suoi colleghi di banco e da tutti i consiglieri di maggioranza, tranne Fabio Erasmo Sampaolo e Marcello Putignano.

Il colpo di grazia al Sindaco è arrivato con l’approvazione dell’importante punto all’ordine del giorno, sonoramente bocciato con ben 11 voti. Ha votato NO all’adozione del PUG il consigliere Domenico Conversa in rotta di collisione col sindaco, che tuona: ““Il PUG avrebbe favorito solo poche e grandi imprese di costruzioni anzichè i piccoli imprenditori edili, solo pochi e rinomati studi tecnici anzichè i giovani professionisti” e poi aggiunge “la partecipazione cittadina non è avvenuta. Avrebbe sortito l’effetto di continuare a far pagare l’IMU a tanti cittadini che non vedranno mai la possibilità di edificare sul proprio terreno perchè la crisi dell’edilizia è una crisi strutturale e non sistemica”.
Sono parole che pesano come un macigno sul primo cittadino che ieri ha fatto fuoco e fiamme pur di portare a casa la nuova pianificazione urbanistica, arrivando addirittura a sostenere che “con l’approvazione del PUG i proprietari dei suoli nei comparti non avrebbero più pagato l’IMU“. Dichiarazione smentita poi dal suo ormai ex accolito Conversa, il quale ha preso le distanze dal PD, di cui faceva parte da pochi mesi, dopo la fuoriuscita da SEL, e da tutta la compagine della maggioranza.

E’ ormai una frattura  vera e propria quella tra il Sindaco e la sua maggioranza e all’orizzonte s’intravede una vera e propria tempesta.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*